menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine d'archivio

Immagine d'archivio

Nuovi autovelox a Mestre, cosa ne pensano i veneziani? «Scelta "strategica" del Comune»

Uno dei nuovi autovelox di via Martiri è stato messo "ko" con della vernice spray ancor prima di entrare in funzione. Per la maggior parte dei veneziani il Comune vuole fare cassa

Non è ancora entrato in funzione il primo dei quattro autovelox che stanno spuntando in questi giorni a Mestre, ma i vandali sono già entrati in azione. Il dispositivo in questione è quello di via Martiri della Libertà, reso "inoffensivo" con la vernice di una bomboletta spray. Ma al caso isolato di inciviltà, negli ultimi giorni, si è affiancata una polemica a più ampio raggio, con molti automobilisti che criticano le scelte del Comune. Ma cosa ne pensano i veneziani? È una scelta per fare cassa o per rafforzare la sicurezza stradale? In generale, le persone che abbiamo intervistato, ritengono "furba" la decisione dell'Amministrazione, che nel 2017 conta di incassare almeno 200mila euro in più dalle contravvenzioni rispetto all'anno passato.

C'è chi punta il dito contro la strategia del Comune mirata ad incassare denaro fresco. "Ho ben presente dove sono, - spiega Emanuele, avvocato di 38 anni - non prendiamoci in giro, qui la sicurezza non c'entra nulla, è un chiaro modo per arrotondare". Dello stesso avviso anche Paolo, di 29 anni: "Ho visto quelli in via Martiri, non vorrei sbilanciarmi, ma penso sia stata una scelta strategica da parte del Comune", e Marzia, di 45: "Se ne parlava da molto tempo qui in città, alla fine andrà a finire che i cittadini non verranno toccati mentre i turisti faranno la fine dei polli".

Altri invece sono convinti che si tratti solo di una mossa di facciata per rendere più sicure le strade. "Ci credo poco - spiega il 56enne Egidio - saranno come quelli sul ponte della Libertà, limite dei 70 e poi tutti se ne fregano, un allestimento che serve a dare parvenza che il Comune si preoccupi della sicurezza". E poi c'è chi li ritiene soldi spesi male ed in modo del tutto inutile: "Che senso ha installare nuovi autovelox in via della Libertà - spiega Giovanni, 32 anni - un rettilineo che sfocia sul Ponte, dove già ci sono velox e limiti. Una spesa inutile".

E le polemiche girano anche sui social. Secondo alcuni automobilisti, ad esempio, il dispositivo in via Martiri è nascosto alla vista dei conducenti: "Si gioca sporco", commentano. In verità l'autovelox non è ancora in funzione, dunque servirà attendere la conclusione dei lavori per capire se tutto sarà a regola d'arte. Per ora l'accertatore di velocità fisso si vede solo all'ultimo momento, poiché situato dietro il sovrappasso pedonale. Secondo il comandante della polizia municipale, Marco Agostini, intervenuto sempre sui social, presto sarà tutto in regola. Sempre Agostini ha commentato l'episodio della verniciatura definendolo "il risultato di una campagna d'odio alimentata sui social".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'agriturismo di Jesolo in cui sono allevati 200 struzzi

Attualità

La Casa dei Tre Oci va al gruppo Berggruen Institute

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento