menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
A sinistra il maggiore Emanuele Leuzzi, in centro il comandante provinciale, Claudio Lunardo, a destra il nuovo comandante del Reparto operativo, tenente colonnello Emanuele Spiller

A sinistra il maggiore Emanuele Leuzzi, in centro il comandante provinciale, Claudio Lunardo, a destra il nuovo comandante del Reparto operativo, tenente colonnello Emanuele Spiller

Indagini e interventi immediati: presentate le nuove "guide" dei carabinieri di Venezia

Già operativi il tenente colonnello Emanuele Spiller, comandante del Reparto operativo, e il maggiore Emanuele Leuzzi, responsabile del Nucleo investigativo. Plauso ai predecessori

Un occhio rivolto con gratitudine al passato recente, un occhio rivolto al futuro con ottimismo e voglia di mettersi in gioco. Nella consapevolezza che sono gli uomini prima che i mezzi a rendere un territorio più sicuro. Sono giorni di avvicendamenti eccellenti all'interno del Corpo dei carabinieri di Venezia. Il comandante provinciale, Claudio Lunardo, giovedì mattina ha dato il benvenuto al nuovo comandante del Reparto operativo dell'Arma lagunare, il tenente colonnello Emanuele Spiller, e al nuovo responsabile del Nucleo investigativo, il maggiore Emanuele Leuzzi.

INDAGINI E INTERVENTI IMMEDIATI

Da un parte gli interventi immediati, dall'altra le indagini più complesse. Va da sé che l'ossatura dell'operato dei carabinieri nei prossimi anni sarà soprattutto opera loro. Non che ci si trovi di fronte a militari inesperti: entrambi per esempio hanno lavorato al Sud, tra la Calabria e la Sardegna. Un dettaglio sottolineato durante la presentazione ufficiale: "Hanno un bagaglio professionale che tornerà di certo utile - ha dichiarato il comandante Lunardo - In indagini precedenti sono emersi elementi connessi con la malavita calabrese. Loro ci permetteranno di capire se si tratti di episodi sporadici o, al contrario, più strutturati". Il maggiore Leuzzi, poi, in questo senso ha partecipato attivamente all'inchiesta Aemilia, che ha messo in luce una possibile presenza "stanziale" della 'Ndrangheta al Nord: "Sono molto contento di questo incarico - ha dichiarato il maggiore - penso di avere a disposizione ottime individualità a livello investigativo".

CENTRALE OPERATIVA 112 POTENZIATA

Entusiasmo per questa nuova avventura anche per il tenente colonnello Spiller, che avrà la responsabilità anche della centrale operativa 112 in un periodo in cui diventerà numero di riferimento per tutte le emergenze del territorio. Per questo sono state investite risorse supplementari, con tanto di operatori madrelingua di turco, tedesco, spagnolo e inglese. In modo da garantire il più possibile comprensione e chiarezza durante telefonate concitate e spesso poco chiare. "Le mie origini sono venete, sono veronese - ha spiegato il colonnello Spiller - ho già avuto modo di saggiare in questi giorni la realtà veneziana, rendendomi conto di come ci siano eventi 'densi' anche dal punto di vista della sicurezza, come per esempio la Mostra del cinema o il Premio Campiello".

RINGRAZIAMENTI PER I PREDECESSORI

Inevitabile da parte del comandante provinciale Lunardo il ringraziamento per i due predecessori, il tenente colonnello Giovanni Occhioni e il tenente colonnello Carmelo Graci: "Sono colleghi di altissimo livello - ha commentato - Voglio sottolineare le qualità umane del comandante Occhioni, perché il suo reparto ha lavorato sempre con estrema tranquillità portando a casa numerosi risultati. Il colonnello Graci, che ha dimostrato di essere competente e capace, ha lavorato bene per 7 anni prendendo un testimone pesante dopo la perdita del compianto colonnello Pettinato". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lo show "4 Hotel" dello chef Bruno Barbieri parte da Venezia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento