Venerdì, 14 Maggio 2021
Cronaca

Nuovi letti e monitor: la terapia intensiva di Dolo potrà ospitare fino a 35 pazienti

Da 6 a 35 posti letto per la nuova area "covid-19"

Nuovi letti, con le specifiche strumentazioni per il regime di terapia intensiva. All'ospedale di Dolo procede a ritmo serrato l'ampliamento dell'area Covid-19: «Stiamo mettendo a disposizione dell'intero territorio dell'Ulss 3 - spiega il direttore generale, Giuseppe Dal Ben - una vasta area dedicata alla gestione di pazienti contagiati. Si ampliano così gli spazi già attivi e già posti al servizio dei malati: prima dell'inizio dell'emergenza la Rianimazione dell'ospedale di Dolo era attrezzata con 6 posti letto, con un numero tarato cioè a quelle che erano le esigenze dell'ospedale locali; ora lavoriamo per arrivare ad una terapia intensiva in cui le postazioni saranno ben 35».

Adeguati gli spazi del blocco operatorio

Passo dopo passo, e rispondendo alle indicazioni regionali in proposito, l'ospedale di Dolo si offre come punto di accoglienza e terapia intensiva per le persone colpite dal virus. Dall'Unità di Crisi regionale sono giunti i letti speciali, i respiratori e i monitor richiesti. Per accoglierli sono stati messi a disposizione gli spazi del blocco operatorio, nella piastra di collegamento tra il blocco Sud e il blocco Nord dell'ospedale. «Vengono convertiti in "area Covid-19" - sottolinea Dal Ben - spazi e locali già dotati di quei requisiti e di quelle predisposizioni tecnologiche indispensabili, a partire da un'adeguata fornitura di ossigeno, dai dispositivi di isolamento, dalle indispensabili cablature per i collegamenti digitali».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuovi letti e monitor: la terapia intensiva di Dolo potrà ospitare fino a 35 pazienti

VeneziaToday è in caricamento