Giracittà, dietrofront: si torna a com'era prima: "Stop esperimenti"

Duro documento dei democratici, che chiedono investimenti per l'estate e lo stop ai nuovi orari. Dal 19 maggio i 4.1 e 4.2 tornano ogni 20 minuti

Giracittà, con ogni probabilità si tornerà alla situazione di partenza. Almeno per quanto riguarda le corse 4.1 e 4.2. Il dietrofront, secondo la Nuova Venezia, dovrebbe scattare il 19 maggio. Quando la frequenza dei passaggi dei vaporetti di quelle linee dovrebbe tornare a venti minuti, e non più a ogni trenta com'è ora in vigore di sperimentazione. I cartelli con i nuovi orari (che rimoduleranno gioco forza anche le coincidenze) sarebbero già in stampa.

La decisione sarebbe stata presa dopo un incontro tra l'azienda di trasporti, il sindaco Orsoni e la Municipalità, la quale si sarebbe fatta portavoce delle lamentele dei cittadini di Muano, Castello e Cannaregio. Dovrebbero anche essere rinforzate le corse serali verso il Lido.

Che le acque sul fronte trasporti pubblici siano agitate lo dimostra anche un duro documento licenziato dalla direzione lagunare del Partito Democratico che si rivolge non solo ad Actv ma, naturalmente, anche al primo cittadino Orsoni e all'assessore alla Mobilità Ugo Bergamo. Ebbene, il segretario Emanuele Rosteghin e il capogruppo Claudio Borghello, che hanno firmato entrambi il documento, chiedono che in vista dell'estate si accantonino in parte gli esperimenti su orari e cadenzamenti. Tornando a ciò che era prima. Ma, nella consapevolezza che sarebbe comunque il caos, si chiedono investimenti per cercare di superare la stagione turistica indenni. Nel mirino non finisce la gestione attuale, ma soprattutto quella precedente. Tacciata di non aver analizzato e prodotto dati sulla situazione. "Basta con le improvvisazioni - scrivono i democratici - se tariamo il trasporto a un livello ineriore all'effettivo utilizzo il risultato non potrà che essere il caos totale". Riassunto: basta esperimenti per ora e iniziare a investire.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Venezia usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Marea record, Venezia completamente sott'acqua

  • Trovata senza vita Bruna Basso, era scomparsa da mercoledì

  • Il disastro dell'acqua alta: incendi e barche affondate, rive e edifici danneggiati

  • Ristoratore arrestato: spacciava droga

  • Come "l'acqua granda" del 1966. Due morti a Pellestrina

  • Auto in fosso: morto un 38enne, una donna estratta viva

Torna su
VeneziaToday è in caricamento