Cronaca

Recovery plan, Zaia: «Il Veneto saprà fare buon uso dei fondi europei»

Oggi a Palazzo Balbi è stato presentato il comitato tecnico strategico di Veneto sviluppo, che avrà il compito di dare indicazioni scientifiche ed economiche per lo sviluppo della Regione

«Si fa un gran parlare del fatto che in Italia non siamo in grado di utilizzare i fondi europei. Questo non è vero, almeno per il Veneto. Siamo già utilizzatori di grandi finanziamenti comunitari e lo saremo ancora di più». Lo ha affermato il presidente del Veneto Luca Zaia nel corso della presentazione del Comitato tecnico strategico (Cts) di Veneto Lavoro, che avrà il compito, d'ora in avanti, di indicare la rotta a medio e lungo termine al mondo politico in ambito tecnologico ed economico. «Sul Recovery Plan - ha aggiunto Zaia - partiamo tutti sullo stesso livello, poi vedremo chi correrà di più e chi meno. Le Regioni che avranno progetti riceveranno i finanziamenti, le altre, invece, no».

Il nuovo comitato tecnico strategico

Questo nuovo Cts si presenta come un "advisory board", formato da scienziati e professori universitari di differenti discipline, che dialogheranno tra loro e si occuperanno di indirizzare gli organi competenti su energie sostenibili, intelligenza artificiale e tecnologie quantistiche. «Non è un parlatoio di professionalità eccellenti - ha sottolineato il governatore - ma un gruppo di lavoro che progetterà il Veneto che verrà. Lo facciamo con le difficoltà di un ente pubblico e nella ristrettezza di disponibilità, ma siamo pronti ad investire. Sarà un lavoro di servizio per la nostra Regione, anche alla luce di un Pnrr che metterà sul piatto 220 miliardi di euro di risorse».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Recovery plan, Zaia: «Il Veneto saprà fare buon uso dei fondi europei»

VeneziaToday è in caricamento