Cronaca

Nuovo decreto: spostamenti tra Regioni vietati fino al 27 marzo e limiti alle visite

Il provvedimento è stato approvato dal Consiglio dei ministri. Confermato il blocco alla mobilità, cancellata la deroga che consente di andare a trovare amici e parenti nelle aree soggette a maggiori restrizioni

Il Consiglio dei ministri ha approvato il nuovo decreto anti-Covid che proroga il blocco degli spostamenti tra Regioni fino al 27 marzo 2021. Il provvedimento contiene anche un'importante novità che riguarda le aree del Paese soggette a maggiori restrizioni. Come spiega l'agenzia Dire, nelle zone rosse non varrà più la regole della visita concessa una volta al giorno a due adulti con figli minori di 14 anni, valida invece per le zone gialle e arancioniInsomma, nelle aree di colore rosso il lockdown sarà ancora più rigido. Ma per avere conferma delle nuove misure bisognerà attendere il testo del provvedimento. Lo riporta oggi Today.

Stanto a quanto riportato dalle agenzie di stampa, le novità principali del nuovo decreto sono dunque le seguenti: 

  • blocco degli spostamenti tra le Regioni (anche in fascia gialla) prorogato fino al 27/03/2021;
  • limitazione delle visite nelle case private in zona rossa: non varrà piu' la regole della visita concessa una volta al giorno a due adulti con figli minori di 14 anni.

Quanto alla possibile riforma del Cts,  il coordinatore Agostino Miozzo lasciando palazzo Chigi ha puntualizzato che dal Governo è stata richiesta «una moderazione nelle esternazioni delle nostre comunicazioni, ma niente di più. Non ci sono state istruzioni di comportamento. C'è stata una riunione con Speranza e la Gelmini, io ho presentato la mia disponibilità al ministro Speranza», ha spiegato Miozzo, che sull'ipotesi di un portavoce unico del Cts ha detto: »Aspettiamo che il presidente ci dica cosa fare. Il sistema a colori ha funzionato bene. Che ci sia preoccupazione sulle varianti è ovvio».

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuovo decreto: spostamenti tra Regioni vietati fino al 27 marzo e limiti alle visite

VeneziaToday è in caricamento