menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La questione del nuovo Dpcm e degli spostamenti verso le seconde case

Si attendono precisazioni da parte di Viminale o Governo, ma al momento non sono all'orizzonte. Ci si può muovere (tranne che nelle ore di coprifuoco) verso un'abitazione fuori Regione se si è proprietari o se si ha un regolare contratto d'affitto

Gli spostamenti nelle seconde case in queste settimane e fino al 15 febbraio sono consentiti, anche quando si trovano fuori regione? Che cosa cambia dopo il nuovo Dpcm di metà gennaio? «Si può sempre tornare nella propria residenza o abitazione: una seconda casa è un'abitazione e non è esplicitato nel nuovo Dpcm il divieto di andare nella seconda casa purché si tratti di una proprietà o ci sia comunque un contratto di affitto» anche se fuori Regione ha precisato ieri il sottosegretario Achille Variati, spiegando però che «se la casa è di proprietà di un altro, anche se parente, non può essere considerata seconda casa». Come riporta oggi Today, le Faq in ogni caso sono in continuo aggiornamento e nulla si può escludere.

Spostamenti tra Regioni

Gli spostamenti verso le seconde case in una Regione o Provincia autonoma diversa dalla propria erano vietati fino al 15 gennaio. Adesso ci si può spostare da una regione all’altra per andare in una seconda casa, senza che ciò sia esplicitato nella circolare che il ministero dell'Interno ha inviato l'altro ieri ai prefetti: sono permessi gli spostamenti tra regioni in caso di «rientro alla propria residenza, domicilio o abitazione» mentre il precedente decreto vietava espressamente gli spostamenti verso le seconde case.

Il divieto di spostamenti è confermato durante il coprifuoco

Gli spostamenti verso le seconde case non devono in ogni caso avvenire tra le 22 e le 5, quando è in vigore il coprifuoco. In queste ore, e ancor di più prima delle parole di ieri di Variati la questione aveva causato parecchi grattacapi tanto tra i cittadini con seconde case fuori regionequanto tra chi è impegnato nei controlli sulle strade, ovvero le forze dell'ordine. Infatti nonostante il divieto di spostamento tra Regioni, chi ha una seconda casa (o ne affitta una regolarmente) in un'altra Regione italiana può muoversi anche da una zona rossa a una arancione o gialla (proprio la Toscana, ad esempio). Il colore della zona non è quindi significativo per questo spostamento. Eventuali multe e sanzioni comminate a chi può dimostrare di avere una seconda casa fuori-regione potrebbero essere impugnate.

Visite in casa a parenti e amici: le regole valide in Veneto fino al 15 febbraio

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La Casa dei Tre Oci va al gruppo Berggruen Institute

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Torna in vigore da oggi l'ordinanza anti assembramenti

  • Attualità

    L'agriturismo di Jesolo in cui sono allevati 200 struzzi

  • Cronaca

    In fiamme un autoarticolato carico di bovini

Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento