rotate-mobile
Cronaca

Il nuovo Governo giura al Quirinale, le reazioni politiche in Veneto

Il centrodestra chiedeva più peso nel nuovo esecutivo. Ora sono "costretti" a votare il sindaco di Padova Zanonanto. Le dichiarazioni di Galan e Bond

"Il centrodestra veneto meritava di più, meritava almeno un ministro". Lo afferma il capogruppo in Regione del Pdl, Dario Bond, commentando la formazione del nuovo Governo. "Non solo in Veneto il Pdl, nell'ultima tornata elettorale, ha tenuto più che altrove in Italia - aggiuge -, ma rappresenta ancora un mondo di imprenditori e partite Iva che doveva contare di più. Mi auguro che con la nomina dei sottosegretari, che spero siano comunque complessivamente pochi, si tenga maggiormente in considerazione la rappresentanza territoriale".

"Auguro comunque a Flavio Zanonato un buon lavoro - prosegue Bond - E' una persona seria e di esperienza. Spero che si possa lavorare insieme. Il suo è un ministero cruciale anche per il Veneto e le sue imprese. Per il resto non nascondo una certa amarezza".
 

"Voterò la Fiducia a Zanonato? E' una domanda che mi pongono in rete da ieri sera, anche in modi molto divertenti! Certo, perché la voterò al Governo Letta". Così l'on. Giancarlo Galan, padovano, da sempre acerrimo 'avversario' politico del sindaco di Padova, oggi nuovo ministro dello sviluppo. "Il mio giudizio sull'amministratore della cosa pubblica e sulla persona - prosegue Galan -, non può cambiare per una nomina. Ma sono pronto a collaborare nel modo più costruttivo possibile nel bene del Paese e dei cittadini, come si richiede a chiunque abbia a cuore il proprio mandato, parlamentare, governativo, istituzionale". Galan aveva recentemente reso noto di aver avviato una causa per diffamazione nei confronti di Zanonato, per alcune sue affermazioni verso l'ex ministro pronunciate durante una trasmissione radiofonica.

(ANSA)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il nuovo Governo giura al Quirinale, le reazioni politiche in Veneto

VeneziaToday è in caricamento