Inaugurato il nuovo servizio mensa delle scuole veneziane. In dono 12mila borracce ai bambini

L'iniziativa ha riguardato le materne, elementari e medie del comuune. L'assessore Besio: «Dalle scuole parte l’impegno generazionale per la salvaguardia dell’ambiente»

Quasi 12mila bambini degli istituti scolastici del comune di Venezia hanno ricevuto oggi un omaggio nell'ambito della campagna per l'eliminazione della plastica monouso: una borraccia riutilizzabile (a scelta tra vari colori e personalizzata con il proprio nome) e una tovaglietta facilmente sanificabile.

L'iniziativa inaugura il nuovo servizio mensa delle scuole comunali (infanzia, primaria e secondaria), preso in gestione per i prossimi sei anni dalle imprese Vivenda e CNS. La consegna simbolica del materiale si è svolta stamattina all’istituto Filippo Grimani di Marghera. A fare gli onori di casa, oltre al dirigente scolastico Marisa Zanon, sono stati l'assessore Laura Besio e, per la società partecipata Ames, Silvia Spignesi; all’appuntamento erano presenti anche i dirigenti delle due aziende che hanno vinto l'appalto del servizio.

Quello di oggi è «un gesto - secondo Besio - per portare vicinanza ai ragazzi soprattutto al momento importante del pasto, ma anche significativo perché porta con sé un messaggio di educazione ambientale». Spignesi ha aggiunto che «in occasione della presentazione del nuovo servizio mensa è stato programmato un particolare pranzo di benvenuto a tutti i bimbi, con il primo utilizzo di quanto distribuito. Tovagliette sanificabili e borracce di vari colori hanno rallegrato la tavola dei bimbi promuovendo la campagna per la progressiva eliminazione della plastica nel rispetto dell'educazione per l'ambiente».

WhatsApp Image 2020-10-27 at 10.14.19-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il Veneto resta giallo? Zaia: «Dipendiamo da Rt, ma non abbiamo demeriti per cambiare zona»

  • Natale con congiunti ma senza abbracci: le regole per cenone e veglione di Capodanno

  • 60enne si allontana da casa e scompare, trovato senza vita

  • Domani si decide sul colore del Veneto, Zaia: «Pressione su ospedali, ma tutto sotto controllo»

  • Coronavirus, il prossimo mese il Veneto potrebbe essere area a rischio elevato

  • Perché Venezia era piena di gatti?

Torna su
VeneziaToday è in caricamento