Giovedì, 29 Luglio 2021
Cronaca

Nutrie a San Michele, il sindaco scrive alla Città Metropolitana

Codognotto: «Da anni le nutrie imperversano nel nostro territorio arrecando danni alle colture agricole e alle specie faunistiche autoctone»

(archivio)

Proliferano le nutrie a Cesarolo e San Mauro nel Comune di San Michele al Tagliamento. L’amministrazione comunale sanmichelina non ha perso tempo e ha inviato una lettera alla Città Metropolitana per chiedere vengano messe in atto le attività di controllo ed eradicazione del mammifero proveniente dal Sud America.

«abbiamo preso atto delle segnalazioni che ci arrivano dalle frazioni del nostro territorio. In merito esiste una convenzione con la Città Metropolitana che prevede interventi di contenimenti contro le speci invasive», spiega il sindaco Pasqualino Codognotto.  Nei mesi scorsi le nutrie avevano scavato gallerie provocando erosioni degli argini e danni ai corsi d’acqua con rilevanti rischi idraulici.

«Da anni le nutrie imperversano nel nostro territorio arrecando danni alle colture agricole e alle specie faunistiche autoctone e intere comunità biotiche - continua il sindaco -. Sono state numerose le proteste arrivate dagli agricoltori oltre al fatto che mettono spesso a rischio la tenuta dei nostri argini». Per lo svolgimento di questa attività il Comune investe 4mila euro l’anno relativamente ai costi di venti interventi (costi munizioni, manutenzione fucili, sopralluoghi, comodato gabbie-trappole, smaltimenti carcasse) e le operazioni saranno svolte in collaborazione degli agenti della Città Metropolitana. Dello smaltimento carcasse se ne occuperà l’Area Vigilanza Attività Ittico e Venatorie del Servizio Polizia Metropolitana.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nutrie a San Michele, il sindaco scrive alla Città Metropolitana

VeneziaToday è in caricamento