menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Vandali all'Oasi Alberoni, abbattuto il recinto delle aree del fratino: "Lì c'erano i nidi"

Era già accaduto a giugno, racconta il Wwf: "Un fuoristrada sfrecciando a tutta velocità sulle dune danneggiò la recinzione mettendo in pericolo una specie già a rischio di estinzione"

VANDALI IN AZIONE ALL'OASI WWF ALBERONI

E' accaduto nella notte tra giovedì e venerdì. I volontari del Wwf dell'Oasi Alberoni hanno trovato completamente cancellata la recinzione che delimitava le zone prioritarie del fratino al Lido, uccello protetto e a rischio di estinzione sul litorale Veneto, nella zona nord, dove avvengono il 90% delle nidificazioni e dove ancora, fino poco tempo, fa correvano i piccoli nati proprio lì nel 2017.

"Già era successo nel pieno della riproduzione a giugno che un fuoristrada attraversasse le dune e rovinasse parte della recinzione, per fortuna senza danneggiare i nidi - scrive il Wwf -. Ma questa volta sembra si sia voluto proprio cancellare le attività che il Wwf sul territorio svolge con i propri volontari, e con il supporto di esperti naturalisti, impiegando molto tempo, dedicato alla conservazione di questa specie rara che ancora nidifica sulla spiaggia degli Alberoni". E che dal 2016 è anche specie indice di buona qualità ecologica per la “Bandiera Blu”.

"UN GESTO IGNOBILE"

Un gesto ignobile in relazione al quale il Wwf ha deciso di sporgere denuncia alle forze dell'ordine e alla Forestale, anche per il furto dei cartelli segnaletici, anche in metallo, che sono stati rimossi e che in parte erano stati realizzati dal Wwf per delimitare l’Oasi di Protezione Provinciale.
 
"Ci rivogliamo alle istituzioni, in particolar modo Comune, Città Metropolitana e Regione - conclude il Wwf - affinché venga posta la massima attenzione alla tutela della biodiversità dei nostri litorali, come stabilito anche da normative europee, nazionali e regionali, e che riguarda anche il futuro della specie umana sul pianeta, grazie ai servizi ecosistemici che ciascuna specie selvatica riesce a garantire per il mantenimento di interi ecosistemi".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Bollo auto, prorogata ancora la scadenza del pagamento in Veneto

Attualità

Marea di borse in plastica invade la scala Contarini del Bovolo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento