Cronaca Tessera / Ca' Noghera

Si mette ad arare il campo e si imbatte in un residuato bellico

Colpo di scena mercoledì verso le 13 per la giornata lavorativa di un contadino di Ca' Noghera. L'ordigno è stato fatto brillare sul posto

Residuato bellico nel campo (archivio)

Si mette ad arare il campo e si imbatte in un residuato bellico della seconda guerra mondiale. La giornata di lavoro per un contadino residente nella zona di Ca' Noghera mercoledì è stata completamente scompaginata dal ritrovamento di un colpo di obice da 40 millimetri di diametro. Un ordigno in cattivo stato di conservazione che da decenni evidentemente era rimasto celato sotto il terreno non distante dall'aeroporto. Del resto scoperte del genere non costituiscono una grossa novità nel nostro territorio, che durante il secondo conflitto mondiale subì diversi bombardamenti.

Una volta segnalato il proiettile, sul posto sono intervenuti i carabinieri della compagnia di Mestre. I quali hanno messo in sicurezza la zona. Da Padova poco dopo le 13 è quindi partito il Nucleo Artificieri dell'Arma, per capire di persona di che situazione di pericolo si trattasse. Dopodiché la decisione di far brillare l'ordigno direttamente nel campo, senza naturalmente far entrare nessuno al momento delle operazioni. Le quali si sono concluse in breve tempo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si mette ad arare il campo e si imbatte in un residuato bellico

VeneziaToday è in caricamento