menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Occupa casa concordando affitto: Equitalia chiede 30mila euro

Quattordici anni fa la donna, indigente, aveva occupato abusivamente l'abitazione mettendosi d'accordo con i servizi sociali per pagare secondo le sue possibilità: adesso la batost

Sono passati quattordici anni da quando una signora pensionata con due figli e senza lavoro, mandata via dalla casa della madre dopo la sua morte, ha deciso di occupare abusivamente una casa di via Rinascita a Marghera. All’epoca, come riporta "La Nuova Venezia", la donna aveva concordato con i servizi sociali un affitto che variava a seconda delle sue possibilità economiche: a volte nulla, a volte trenta euro al mese.

CARTELLA DI EQUITALIA DA QUASI 2MILA EURO


IL CONTO. Ora, a distanza di anni, il Comune tramite Equitalia presenta il conto a lei e anche a uno dei suoi figli, sposato e residente ormai altrove: trecento euro al mese e un totale di 30mila euro di arretrati. Da accertare ora gli eventuali accordi stipulati in passato, i servizi sociali si dicono a disposizione per risolvere eventualmente la situazione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La Casa dei Tre Oci va al gruppo Berggruen Institute

Attualità

L'isola di Santa Maria delle Grazie può uscire dall'abbandono

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento