menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Occupazione abusiva di casa Ater, condannato il no global Casarini

La corte d'Appello ha confermato la pena a tre mesi di reclusione per aver vissuto cinque anni in una abitazione di proprietà Ater a Marghera

La prima sezione penale della Corte d'Appello di Venezia ha confermato la sentenza di condanna a 3 mesi di reclusione, senza la sospensione condizionale, per l'ex leader dei no global, Luca Casarini, per l'occupazione abusiva di un appartamento di proprietà dell'Ater di Venezia. Per cinque anni Casarini aveva occupato un appartamento di via Beccaria a Marghera. La Corte d'Appello ha anche confermato un risarcimento a favore dell'Azienda di edilizia residenziale pubblica, rappresentata dall'avvocato Fabio Sarra, di 4 mila euro oltre le spese di costituzione di parte civile.

"La sentenza - commenta Alberto Mazzonetto, presidente dell'Ater di Venezia - lancia un messaggio chiaro e inequivocabile: non è possibile bypassare i 2500 cittadini che nel comune di Venezia sono in lista per una casa pubblica, tantomeno se si è stati portavoce dei no-global. L'illegalità non paga ed è un segnale per coloro che hanno di recente occupato più di una dozzina di case pubbliche dell'Ater".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Blue Monday: oggi è il giorno più triste dell'anno, ecco perché

Ultime di Oggi
  • Incidenti stradali

    Grave incidente tra mezzi pesanti in A4: un morto

  • Attualità

    Chiude la sezione Covid 4 all'ospedale di Jesolo

  • Cronaca

    Morto anche il papà del falconiere, Gianni Busso

  • Cronaca

    Un grande parcheggio scambiatore nell'area X-site a Jesolo

Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Blue Monday: oggi è il giorno più triste dell'anno, ecco perché

  • social

    Il gobbo di Rialto e la storia dell'ultimo bacio dei fustigati

  • Ristrutturare

    Bonus mobili 2021: come funziona e come ottenerlo

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento