Cronaca

Occupata la sala del consiglio a Ca' Farsetti: «Basta sfratti»

La manifestazione mercoledì mattina. Una cinquantina di attivisti presenti

Gli attivisti hanno occupato la sala del consiglio comunale

Alcune decine di attivisti dell'Asc (Assemblea Sociale per la Casa) mercoledì mattina, nella giornata internazionale "Sfratti Zero" ha occupato la sala del consiglio comunale di Ca' Farsetti a Venezia. La manifestazione è «contro lo spopolamento e l'arroganza delle affittanze turistiche. Venezia vuole vivere», come scritto in un tweet da Tommaso Cacciari, il quale ha lanciato l'hashtag #bastasfratti. I manifestanti hanno attaccato fuori dal balcone affacciato sul Canal Grande uno striscione che riporta "Basta Sfratti! Qui abitiamo e qui restiamo" e all'interno della sala hanno disposto scatoloni per simulare una situazione di trasloco.

«La città di Venezia subisce quotidianamente un assalto dal turismo di massa e dalle affittanze selvagge, dalle grandi navi da crociera al proliferare di grandi alberghi e Airbnb.» dicono al megafono «Non sono sufficienti i due bandi appena promossi - per giovani e giovani coppie - ma è necessaria un'analisi del reale, a livello sociale e lavorativo, e serie politiche per la residenza con una prospettiva a lungo termine e non sporadiche», spiegano gli attivisti. I manifestanti sono entrati nella sala della sede del Comune a metà mattinata e alle 11 la manifestazione era ancora in corso. Sul posto sono presenti i vigili urbani e gli agenti della questura di Venezia. La situazione sarebbe sotto controllo. "Un atto illegale compiuto dai soliti quattro facinorosi che pensano di tenere Venezia in ostaggio con la loro arroganza - ha twittato il sindaco Luigi BRugnaro -. I cittadini hanno già detto basta a questi soprusi. Mettetevela via, io resisterò".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Occupata la sala del consiglio a Ca' Farsetti: «Basta sfratti»

VeneziaToday è in caricamento