menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Offerta formativa per il 2016-2017: attivati 26 nuovi corsi nelle scuole

La giunta regionale ha approvato la nuova offerta per il prossimo anno scolastico: nel Veneziano sei istituti amplieranno le possibilità di studio

Dal prossimo anno scolastico 2016-2017 saranno 26 i nuovi corsi di studio attivati in alcune delle scuole del Veneto. Ad approvare la nuova offerta formativa la giunta regionale del Veneto che nella persona dell’assessore alla scuola e alla formazione Elena Donazzan ha spiegato come i nuovi percorsi siano collegati alla dimensione dei poli scolastici, agli spazi e alla strumentazione dei singoli istituti e alla disponibilità dei docenti messi a disposizione dall’Ufficio Scolastico Regionale, quindi, in ultima istanza, dal Ministero dell’Istruzione.

Diverse le tipologie di offerte formative messe a disposizione degli studenti sia nei poli liceali sia in quelli tecnico-professionali presenti nel territorio che rispondono in maniera piuttosto positiva alle richieste dei ragazzi e alla storia sociale del territorio. Nel Veneziano saranno sei gli istituti interessati dai cambiamenti: il liceo "XXV Aprile" di Portogruaro che potrà attivare anche l’indirizzo musicale; l’istituto tecnico "8 marzo-Konrad Lorenz" di Mirano che implementerà la propria offerta formativa nel settore tecnico tecnologico anche con il corso in "tecnologie del legno nelle costruzioni"; l’istituto tecnico turistico "Algarotti" di Venezia che potrà attivare due corsi serali, uno ad indirizzo turistico e uno ad indirizzo amministrativo, di finanza e marketing; anche per l’istituto tecnico industriale "Pacinotti" di Mestre via libera a due corsi serali, uno in energia (al posto di quello attuale in meccanica e meccatronica) e uno in costruzioni, ambiente e territorio; il liceo scientifico "Morin", invece, come l’istituto «Franchetti», diventa anche liceo linguistico, quest’ultimo però subordinato all’insegnamento della terza lingua extraeuropea.

Una brutta notizia è arrivata, però, per il liceo Marco Polo di Venezia. La Regione ha infatti respinto la proposta, già approvata dalla Città metropolitana e dagli uffici scolastici provinciale e regionale di istituire il liceo coreutico, vale a dire la scuola superiore per l’insegnamento della danza. Una decisione presa, come recita la delibera "per la mancanza di una specifica convenzione con l’Accademia nazionale di danza", prevista dalla legge. "Questa notizia - ha spiegato Annavaleria Guazzieri, la dirigente che stava lavorando al progetto e che con la collaborazione della Città metropolitana aveva già trovato la sede del liceo - è una doccia fredda. Anche anche perché l’accordo con l’Accademia dovrebbe essere firmato a breve. Parleremo con la Regione per capire cosa fare". L'ipotesi più probabile, allo stato attuale, è che l'attivazione possa slittare di un anno.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'agriturismo di Jesolo in cui sono allevati 200 struzzi

Attualità

La Casa dei Tre Oci va al gruppo Berggruen Institute

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento