"Vergognati, pu...a": insulto sessista a Venezia 75, bersaglio l'unica regista donna in gara

La Kent, in gara con il film "Nightingale", sarebbe stata offesa in maniera gratuita al termine di una proiezione

Si è parlato nelle scorse settimane della scarsa presa in considerazione, alla Mostra del Cinema, delle produzioni dirette da donne. Una scelta contestata, per la sola presenza dell'australiana Jennifer Kent, in gara nel concorso principale "Venezia 75" con il film "The Nightingale". Proprio la cineasta australiana è stata il bersaglio di un insulto sessista: nella conferenza stampa di presentazione del film, infatti, sarebbe stata riportata alla regista l'offesa gratuita che uno spettatore le avrebbe urlato a fine proiezione, "vergonati, pu....a". La Biennale, con un post su twitter, ha poi specificato che allo spettatore è stato immediatamente ritirato l'accredito per le ultime giornate della kermesse.

Profilo basso

La Kent ha mantenuto un profilo basso, non ha voluto, di fatto, alimentare la polemica. Ha sottolineato la difficoltà del momento storico, nel quale amore e compassione sarebbero vicini ad essere considerati dei difetti. Che sono poi gli argomenti del lungometraggio presentato al Lido: la necessità di mantenere la propria natura umana anche quando tutto intorno a noi ci spingerebbe a fare il contrario.

Disparità di genere

La regista si è soffermata anche sul fatto di essere l'unica donna a competere per il concorso principale della kermesse lagunare, a fronte di 20 uomini. Una disparità evidente. Kent ha sottolineato che è dispiaciuta di non poter essere in compagnia di altre colleghe, ma ha esteso la riflessione anche ad altre "categorie", sottolinenado come non ci sia considerazione per i cineasti aborigeni o dei paesi in via di sviluppo. Così come quelli dall'identità sessuale incerta.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Visite ad amici o parenti in casa: le regole per il Veneto da sabato

  • Chiude la Coop alla Nave de Vero. Al suo posto potrebbe arrivare Primark

  • Col nuovo Dpcm, dal 16 gennaio il Veneto rimarrà (quasi sicuramente) in area arancione

  • Bozza del nuovo Dpcm: stretta sui bar, punto su visite e scuola

  • Zaia conferma: «Il Veneto sarà in area arancione»

  • Il Veneto sarà ancora in area arancione da domani: cosa si può fare e cosa no

Torna su
VeneziaToday è in caricamento