Giovedì, 21 Ottobre 2021
Cronaca

Accusato di omicidio, è stato fermato in una nave da crociera a Venezia

L'arrestato è Salvatore Sam Privitera, considerato uno dei due mandanti dell'uccisione di Vincenzo Timonieri, il cui corpo è stato ritrovato seppellito in provincia di Catania nei giorni scorsi

Accusato di essere uno dei due mandanti dell'omicidio del 25enne Vincenzo Timonieri, freddato con tre colpi di pistola lo scorso 12 febbraio in provincia di Catania, è stato rintracciato nei giorni scorsi a bordo di una nave da crociera proveniente dalla Grecia, in sosta al porto turistico di Venezia. I carabinieri lagunari hanno così coadiuvato i colleghi del nucleo operativo di Catania nella cattura di Salvatore Sam Privitera, 24enne vicino al clan Nizza, per il quale la procura ha disposto il fermo di indiziato di delitto e la custodia nel carcere di Santa Maria Maggiore.

Ad incastrare Privitera e il 23enne Natale Nizza, l'altro accusato, sono stati i fratelli Michael Agatino e Antonino Marco Sanfilippo, assoldati per uccidere Timonieri e disfarsi del corpo, ritrovato solo alcuni mesi più tardi, lo scorso 8 giugno, seppellito in località Vaccarizzo (Catania).

I due, diventati nel frattempo collaboratori di giustizia, hanno rivelato ai procuratori che Nizza e Privitera volevano impossessarsi del canale di approvvigionamento autonomo di droga di Timonieri. I Sanfilippo avrebbero prelevato in orario notturno la vittima, con il pretesto di recuperare alcune armi, poi lo avrebbero colpito con tre colpi di pistola tra capo e collo mentre si trovavano in auto, per poi seppellirne il corpo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Accusato di omicidio, è stato fermato in una nave da crociera a Venezia

VeneziaToday è in caricamento