menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Victoria Osagie (Facebook)

Victoria Osagie (Facebook)

Omicidio di Concordia Sagittaria, «lite degenerata». In carcere il marito

Moses Osagie avrebbe aggredito la moglie con un'arma da taglio

Ora le indagini sono nelle mani della procura di Pordenone. Per ricostruire l'omicidio di sabato sera a Concordia Sagittaria in cui ha perso la vita la 35enne Victoria Osagie, cittadina nigeriana, per mano del marito Moses Osagie di 42 anni, riportano i quotidiani. È accaduto al civico 18 di via Silvio Pellico. Sul posto sono arrivati i soccorsi del Suem 118 e i carabinieri. L'assassino è stato arrestato. 

La tragedia si sarebbe consumata in casa dove erano presenti anche i loro figli di 10, 5 e 2 anni, ora affidati ai servizi sociali. In base a una prima sommaria ricostruzione sarebbe esplosa una lite tra i due, sfociata nell'assassinio di lei. Da quanto riportato dai quotidiani quella di ieri non sarebbe stata la prima lite e i carabinieri erano già intervenuti per sedare gli animi di marito e moglie in un'altra occasione, anni fa. Ieri la discussione sarebbe degenerata e Moses avrebbe aggredito Victoria con un'arma da taglio. Osagie è stato arrestato e portato in carcere a Pordenone. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La Casa dei Tre Oci va al gruppo Berggruen Institute

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Torna in vigore da oggi l'ordinanza anti assembramenti

  • Attualità

    L'agriturismo di Jesolo in cui sono allevati 200 struzzi

  • Cronaca

    In fiamme un autoarticolato carico di bovini

Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento