Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Al nostro arrivo l'aggressore era in giardino, non ha opposto resistenza all'arresto" VIDEO

 

"L'aggressore si è fatto trovare in giardino e non ha opposto resistenza all'arresto", sono le parole del maggiore Antonio Bisogno, comandante della compagnia dei carabinieri di Mestre. Mattinata di sangue a Oriago di Mira quella di venerdì: una palazzina al civico 5 di via Mare Mediterraneo è stata teatro di un fatto di sangue che ha lasciato allibiti gli abitanti di un quartiere tranquillo, in cui, come specificato anche dai residenti, non era mai successo nulla del genere.

Tutto nasce da una lite violenta, poi un romeno di 28 anni ha preso in mano un coltello da cucina e ha colpito con un fendente al collo un suo connazionale di 37 anni. Forse un solo colpo. La certezza è che sia stato mortale. "Dentro casa c'era un altro connazionale - ha spiegato Bisogno - Ora lo sentiremo in caserma. La casa è stata ispezionata dal Nucleo investigativo e dai carabinieri di Venezia".

FOCUS | Tutti i dettagli sull'omicidio: foto, video e testimonianze

VIDEO | I residenti: "Li conoscevamo di vista, mai dato problemi"

VIDEO | I carabinieri: "Ci ha atteso in giardino, coltello sequestrato"

VIDEO | Accurati rilievi dei carabinieri nell'appartamento del delitto

Potrebbe Interessarti

Torna su
VeneziaToday è in caricamento