rotate-mobile
Giovedì, 20 Gennaio 2022
Cronaca Portogruaro / Via Fossalato

Omicidio a Portogruaro, donna uccisa dopo una lite in un centro psichiatrico

La morte verso le 16. La vittima era ospite della struttura di riabilitazione "Fossalato". La compagna di stanza, al culmine di un diverbio, le avrebbe stretto una cintura attorno al collo

Un litigio violento. Insulti, con ogni probabilità urla. Poi la discussione si è trasformata in omicidio. Una donna è morta verso le 16 in una stanza del centro di riabilitazione psichiatrica Fossalato di Portogruaro. La dinamica, secondo le forze dell'ordine, sarebbe abbastanza chiara. A ucciderla, infatti, potrebbe essere stata la compagna di stanza.

 

Al termine della lite, infatti, quest'ultima avrebbe stretto una cinghia attorno al collo della vittima. Inutili i tentativi di rianimazione del personale sanitario (la struttura, di proprietà del Comune, è in concessione a una cooperativa locale) e dei medici del Suem intervenuti subito dopo l'allarme.

 

Secondo quanto affermano i dirigenti dell'Usl 10, sembrerebbe che gli infermieri in un primo momento fossero riusciti a far riprendere i sensi alla donna, ma poi il cuore l'avrebbe tradita. Una risposta più certa, però, la fornirà l'autopsia. Per condurre le indagini sulla tragedia sono intervenuti i carabinieri della stazione di Portogruaro e di Venezia. Le prime indiscrezioni confermerebbero la dinamica di quanto accaduto.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio a Portogruaro, donna uccisa dopo una lite in un centro psichiatrico

VeneziaToday è in caricamento