menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'esterno della casa dove si è consumato l'omicidio

L'esterno della casa dove si è consumato l'omicidio

Omicidio a San Donà: furiosa lite, 28enne morto accoltellato

Il giovane romeno verso le 2 di notte è stato raggiunto da un fendente alla gola in un appartamento. L'omicida, un 40enne, ha confessato

Una lite furibonda che si è conclusa con un uomo a terra. Morto. Un fendente fatale tra la spalla e la gola sferrato al culmine della discussione. Così è morto Florian Daniel Buti, 28enne di nazionalità romena in un appartamento di via Calvecchia a San Donà. La vittima, che ha perso la vita poco prima delle 2 di notte, era ospitato da una connazionale 46enne che lavora come badante e che aveva preso l'appartamento in affito da una donna residente a Jesolo.

COLTELLATA FATALE ANCHE PER IL GIOVANE ALESSANDRO MINTO

L'assassino avrebbe confessato di fronte ai carabinieri della compagnia di San Donà. Si tratta di un 39enne amico della vittima, al pari di lui ospitato nell'appartamento. Ancora da ricostruire con esattezza i motivi della tragedia, ma pare che la lite sia scoppiata per futili motivi e che l'alcol possa averci messo lo zampino. A quanto pare il reo confesso, arrestato per omicidio aggravato, avrebbe dichiarato che si stava difendendo dall'aggressione del suo interlocutore. Una versione che dovrà essere suffragata dalle indagini dei carabinieri.

Florian Daniel Buti è stato soccorso mentre si trovava riverso sul pavimento, ma la probabile recisione dell'arteria giugulare lo avrebbe portato alla morte in pochi minuti. Stamattina in caserma si stanno ascoltando i testimoni della vicenda per ricostruire con esattezza l'accaduto. Sotto all'appartamento si trova una farmacia, ma al momento dell'omicidio l'esercizio era chiuso. Nessuno dei vicini avrebbe sentito nulla, anche se spesso venivano visti stranieri di ogni età andare e venire dalla casa. L'unico che, a quanto sembra, potrebbe aver udito qualcosa è un panettiere che lavora dall'altra parte della strada e che mercoledì notte era già impegnato a preparare le pagnotte e che potrebbe aver sentito qualche urlo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Bollo auto, prorogata ancora la scadenza del pagamento in Veneto

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento