Tragedia a Trebaseleghe: ammazza la compagna a coltellate e tenta di uccidersi

E' accaduto giovedì davanti alle scuole del Comune padovano. La vittima è Natasha Bettiolo, 46 anni, nata a Noale. L'uomo, Luigi Sibilio, domiciliato a Santa Maria di Sala, è grave

Tragedia giovedì pomeriggio a Trebaseleghe: un uomo ha ucciso a coltellate la compagna, una donna originaria di Noale, e subito dopo ha tentato di togliersi la vita. La vittima è Natasha Bettiolo, 46 anni, nata nella città dei Tempesta ma cresciuta a Trebaseleghe. Ad avere sferrato il fendente fatale, anche se ancora la dinamica della tragedia è in fase di ricostruzione dai carabinieri, sarebbe stato Luigi Sibilio, 35enne di origini napoletane e residente nella provincia di Padova. L'uomo si trova in gravi condizioni all'ospedale: è domiciliato a Santa Maria di Sala, dove aveva trovato lavoro in una pizzeria della zona.

IL FEMMINICIDIO. La tragedia attorno alle 16, nel parcheggio della scuola di Trebaseleghe dove la vittima lavorava come cuoca: la coppia è salita a bordo di una Lancia Y, a due passi dal municipio del paese. Nell'area di via Fermi. Ad un tratto l'uomo ha preso in mano il coltello, rinvenuto poi nell'abitacolo, e ha colpito la donna. E' possibile che l'abbia raggiunta con più di un fendente. Poi, in preda al raptus, ha rivolto la lama verso di sé e si è inferto alcune ferite. A lanciare l'allarme un passante che ha notato i corpi all'interno della macchina, entrambi in un bagno id sangue. Sul posto immediato l'intervento degli uomini del Suem e dei carabinieri, che stanno cercando di fare luce sulla vicenda.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

LA SCENA DEL CRIMINE. La zona è stata transennata dalle forze dell'ordine che per lungo tempo hanno eseguito i rilievi, scattando foto e ascoltando chi conosceva i protagonisti della vicenda. Coperta dai teli l'automobile che si trovava ferma proprio nel mezzo del parcheggio, a ridosso dell'aiuola dietro le scuole del paese. La donna, sposata con due figli, si sarebbe trasferita a Massanzago dopo la separazione dal marito. Grande sconcerto nel tranquillo paese della provincia padovana, dove la notizia si è diffusa rapidamente. Decine le persone che hanno raggiunto il luogo del delitto, per cercare di capire cosa fosse successo. Sul posto anche i famigliari della vittima, straziati da una notizia che mai si vorrebbe venire a sapere.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sorpresi a fare sesso in strada, multa di 20mila euro

  • Centri autorizzati assistenza fiscale (Caaf) e Caf: indirizzi delle sedi a Venezia

  • "Reato di procurato allarme": presentato un esposto contro il presidente Luca Zaia

  • Controlli più restrittivi su chi torna da fuori Europa: la nuova ordinanza regionale

  • Picchia il compagno in palestra e lo minaccia di morte con un coltello, denunciata

  • Ratti e scarsa igiene: chiuso ristorante etnico di Dolo

Torna su
VeneziaToday è in caricamento