menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Omonimo del carabiniere rapinatore ora vive nell'incubo

Selvaggia Lucarelli ha pubblicato la sua foto accanto alla notizia della rapina di Napoli. Ora Jacopo Nicchetto è costretto a vivere fuori casa

Essere associati per sbaglio ad un assassino rischia di rovinarti la vita. Ne sa qualcosa Jacopo Nichetto, con una "c". L'appunto sulla singola consonante sembra di poco conto ma, come riporta Il Gazzettino, è stata proprio una svista a far piombare Jacopo nell'incubo.

Un cognome quasi uguale, la pubblicazione da parte della blogger Selvaggia Lucarelli di una sua foto e immediate le minaccie. "Adesso sappiamo dove vivi" gli hanno scritto, ritenendolo il carabiniere rapinatore di Napoli (DETTAGLI SULLA RAPINA). Jacopo però è soltanto un quasi omonimo del malvivente ed ora vive nella paura delle ritorsioni.

Nichetto è un operaio disoccupato di Mestre che, dal giorno in cui Selvaggia Lucarelli ha pubblicato la sua foto accanto alla notizia della rapina a Napoli, è dovuto uscire di casa ed andare a vivere per alcuni giorni da amici. La blogger infatti avrebbe preso la foto di Jacopo dal suo profilo facebook, senza accorgersi però che il cognome era Nichetto e non Nicchetto. Una svista non da poco conto visto poi cos'è successo al mestrino.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'agriturismo di Jesolo in cui sono allevati 200 struzzi

Attualità

La Casa dei Tre Oci va al gruppo Berggruen Institute

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento