Martedì, 18 Maggio 2021
Cronaca Dorsoduro / Fondamenta Sangiofoletti

La battaglia di Ca' Bembo: arrivano gli operai, gli studenti li bloccano

Il giardino universitario "liberato" dalle transenne alcune settimane fa martedì mattina è stato chiuso per le nuove rivelazioni. Giovani in trincea

Il giardino di Ca' Bembo

Di punto in bianco il giardino di Ca' Bembo martedì mattina è diventato off limits. Dopo che le transenne del cantiere erano state rimosse alcune settimane fa dagli universitari della lista Lisc, liberi saperi critici, gli operai sono tornati. Intenzionati a continuare le rilevazioni e i carotaggi iniziati a suo tempo.

Per fare ciò, dunque, il giardino della struttura universitaria è stato circondato e messo in sicurezza. Per evitare "intrusi". Una operazione che però non è andata giù agli studenti, che si sono adoperati per bloccare ancora una volta il cantiere. "Chiediamo un incontro con il nuovo rettore - hanno affermato gli studenti - e vogliamo che vengano comunicati i dati ufficiali delle rilevazioni dell'Arpav. Se diossina c'è, però, allora c'è in tutti i giardini di Ca' Foscari". Intanto gli attivisti annunciano che il giardino rimarrà "aperto" per tutta l'estate con eventi e manifestazioni.

"Stamattina una squadra di operai, diretti dal responsabile di Ca' Foscari per la manutenzione Jacopo Fusaro, ha tentato di chiudere il giardino liberato di Ca' Bembo. Questo è accaduto nella massima segretezza - dichiarano i rappresentanti della lista Lisc - senza che alcuna comunicazione ufficiale fosse pervenuta da parte del Rettorato o del Dipartimento. La squadra di manovali e funzionari, rifiutando di dare spiegazioni, alla vista degli studenti intervenuti per opporsi all'operazione, ha semplicemente girato i tacchi andandosene dalla sede universitaria. In mancanza dei risultati ARPAV, in mancanza di comunicazioni ufficiali a proposito della presunta presenza di diossina nel giardino, riteniamo questo tentativo di chiusura inaccettabile. Da novembre ad oggi la totale mancanza di trasparenza dell'amministrazione su questo tema ci fa chiedere se i dati sull'inquinamento verranno mai resi pubblici, se siano sicuri i molti altri spazi verdi in uso a Ca' Foscari vissuti da centinaia di studenti e cittadini".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La battaglia di Ca' Bembo: arrivano gli operai, gli studenti li bloccano

VeneziaToday è in caricamento