Razzo di segnalazione gettato nel vetro scoppia e ustiona operaia addetta alla cernita

È successo sabato mattina a Fusina, nell'impianto della Eco-progetti controllata da Veritas

Operaio a lavoro alla EcoRicicli di Fusina

Stava effettuando la cernita del vetro, quando è rimasta ferita ad un braccio a causa dello scoppio di un razzo di segnalazione da barca. Si tratta di una operatrice della società Eco-ricicli, controllata da Veritas, che nonostante tutte le protezioni individuali necessarie ha riportato un'ustione all'avambraccio sinistro.

Operaia ustionata da razzo

Lo scoppio è avvenuto sabato mattina, intorno alle 10, nell’impianto di Fusina. L’addetta stava lavorando al nastro e dividendo la plastica dal vetro e controllando la qualità dei vari materiali. A un certo punto è esploso un razzo di segnalazione da barca, che qualche sciagurato aveva buttato tra i rifiuti, nonostante i continui appelli di Veritas. L’addetta ha raccontato di aver sentito un forte scoppio, qualcosa che la colpiva al braccio e al fianco sinistro, di aver sentito un forte dolore e bruciare e di aver visto molto fumo. La dipendente è stata quindi soccorsa dai colleghi e accompagnata al pronto soccorso, dove le è stata riscontrata l’ustione.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Non è la prima volta che gli addetti di Veritas trovano razzi di segnalazione tra i rifiuti. È però la prima volta che un addetto rimane ferito. Tre anni fa lo scoppio di un razzo aveva fatto incendiare il nuovo impianto degli ingombranti, distruggendolo completamente. Due anni fa, a Pellestrina, solo la prontezza di riflessi di un autista aveva evitato che andasse a fuoco un camion per lo svuotamento dei cassonetti, al cui interno era esploso un razzo. «Si conferma, quindi, - spiegano da Veritas - la pessima abitudine dei cittadini di buttare tra i rifiuti ogni cosa, dimostrando assoluta mancanza di rispetto nei confronti di chi lavora in questo settore e dell’ambiente. L’elenco degli abbandoni è molto nutrito: dagli animali morti a sacchi con gli scarichi di fognatura, dai rifiuti speciali e pericolosi ai razzi di segnalazione, appunto».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Una soluzione "chiavi in mano" per ricostruire casa con il superbonus 110%

  • Ponte dei Assassini: il luogo che ha impedito ai veneziani di portare la barba lunga

  • La storia del macellaio assassino che ha dato il nome alla Riva de Biasio

  • Colpo grosso a Mestre: il Gratta e Vinci vale 150mila euro

  • Sei comuni rinnovano il sindaco e il Consiglio: i risultati

  • Tutte le Municipalità al centrodestra tranne Venezia: chi sono i nuovi presidenti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeneziaToday è in caricamento