rotate-mobile
Cronaca Marghera

Mezzo chilo di marijuana nascosto in casa, arrestato pusher 20enne

Riforniva di droga i giovanissimi di Marghera, ma il suo "giro" di stupefacenti è stato notato dai carabinieri, che hanno fatto scattare una perquisizione

Giovane ma già “ben organizzato”, almeno sul fronte dello spaccio di stupefacenti: i carabinieri della stazione di Marghera nei giorni scorsi sono riusciti a tracciare la rotta della marijuana nella zona della città giardino, arrivando così alla casa di un operaio 20enne, fino ad allora completamente incensurato, diventato recentemente uno dei punti di riferimento per la vendita di droga nel territorio. Nell'abitazione del ragazzo italiano, infatti, i militari avrebbero rinvenuto oltre mezzo chilo di sostanza illecita, oltre a tutto il necessario per il confezionamento delle dosi da vendere in strada. Per il giovane sono quindi scattate immediatamente le manette.

PER TUTTA LA CASA – Da tempo all'orecchio delle forze dell'ordine erano arrivate voci che evidenziavano l'attività criminale di un nuovo pusher di riferimento per i giovanissimi di Marghera, e i carabinieri della stazione locale avevano quindi avviato un controllo costante su alcuni soggetti sospetti, riuscendo a stringere la rete intorno al 20enne residente in pieno centro. Alla fine gli uomini dell'Arma hanno bloccato il ragazzo proprio sull'uscio di casa, facendo scattare subito una perquisizione personale: addosso all'operaio italiano i militari hanno rinvenuto un primo “pacchetto” di marijuana, incelofanato e pronto per la consegna, e hanno quindi fatto partire il controllo anche nell'appartamento in cui il giovane abita con la madre. Nella prima stanza i carabinieri hanno scoperto altri grammi di cannabis, oltre a bilancino di precisione, “grinder” per lo sminuzzamento delle foglie, contenitori vari e buste di cellophane, tutto già intriso di residui di stupefacente. In camera da letto, poi, sono stati trovati altri involucri di droga, nascosti molto approssimativamente nei cassettoni e negli stipetti. Come se non bastasse, all’interno del garage della casa i militari hanno rinvenuto il grosso della “partita”, sino a raggiungere il peso complessivo di oltre mezzo chilo. Tra lo stupefacente sequestrato anche alcune foglie di cannabis essiccate custodite in involucri plastificati e pronte per essere triturate.

DELITTO E CASTIGO - Gli uomini dell'Arma hanno quindi posto sotto sequestro tutto il materiale rinvenuto e dichiarato il 20enne in stato di arresto per produzione e detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. Sono tuttora in corso ulteriori accertamenti per definire gli aspetti di contorno dell’attività illecita, chiarire la portata del presunto giro di spaccio, anche vista la notevole quantità di stupefacente rinvenuta, che va ben oltre un uso strettamente personale e che sicuramente faceva parte di una fornitura strutturata e in grande stile. Il ragazzo è stato posto agli arresti domiciliari in attesa di processo, avvenuto giovedì per direttissima: è stato condannato ad un anno e duemila euro di multa, pena sospesa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mezzo chilo di marijuana nascosto in casa, arrestato pusher 20enne

VeneziaToday è in caricamento