menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Nuovi orari Actv: "Corse notturne tagliate, risorse in più la mattina"

L'azienda diminuisce la frequenza di vaporetti tra l'1.30 e le 4.30 per incrementare alcune corse, specie scolastiche. Ferry alle 5 di mattina

"Abbiamo cercato di rimanere aderenti rispetto all'impianto dell'orario invernale dello scorso anno. C'è qualche piccola rimodulazione, ma è stata introdotta per venire incontro alle esigenze dell'utenza". Il presidente di Actv Luca Scalabrin non nasconde il fatto, ma è risaputo, che la coperta sia corta e che quindi serve trovare la quadra con risorse limitate. Fatto sta che a partire dal prossimo 3 novembre i veneziani, specie in orario notturno, dovranno riorganizzare in parte i propri spostamenti. L'attenzione poi si sposta anche sulla prossima estate, per cui Avm chiede alla gestione commissariale della città di mettere mano al traffico acque: "Altrimenti sarà ancora il caos".

Da novembre, come detto, scatta invece l'orario invernale. "Abbiamo preferito spostare risorse sulle corse scolastiche, anche perché è successo che qualche studente perdendo la corsa sia rimasto a piedi. Per permettere ciò - dichiara Scalabrin - abbiamo diminuito la frequenza delle corse notturne, anche in base ai dati di utilizzo". Così da l'1.30 alle 4.30 circa della notte la linea dal Lido a San Zaccaria e quella da Rialto a Piazzale Roma e Tronchetto transiteranno ogni trenta minuti, anziché 20. La linea che parte dal Lido per poi transitare per Canal Grande, Piazzale roma e Tronchetto (e viceversa) passerà ogni ora, invece che ogni 40 minutii. Idem per il notturno che effettua l'itinerario San Zaccaria, Giudecca, Tronchetto e Piazzale Roma. La linea fermerà a riva de Biasio con tutte le corse: verrà inserita invece la fermata di Sant'Elena e soppressa la fermata di Rialto Mercato. La fermata di "San Giorgio" in questo caso diventerà "a richiesta". "Secondo noi non sarà un disagio eclatante il taglio di servizi notturni - sottolinea Scalabrin - in questo modo si risparmieranno risorse per risolvere alcuni problemi reali".

PONTILI ACTV: SARA' RIVOLUZIONE A RIALTO E SCALZI

Per quanto riguarda la linea 1 il servizio rimarrà invariato: frequenza ogni 12 minuti ad eccezione della corsa delle 4.16 dal Lido che verrà soppressa nel tratto da Santa Maria Elisabetta a Rialto. Capitolo giracittà: d'inverno c'è meno traffico acqueo, di conseguenza i tempi di percorrenza dovrebbero rivelarsi più veloci. Per la 4.1, 4.2, 5.1 e 5.2 quindi rimarrà la frequenza ogni venti minuti con percorsi invariati. La 4.1 partirà dal pontile Parisi a piazzale roma, al pari della 5.1, per cui verranno eliminate le fermate di San Basilio e Spirito Santo (reintrodotte sulla linea 6) e in orario serale la fermata a Giudecca Palanca. Dal 3 novembre sparirà la linea 7, mentre il servizio pomeridiano della linea 10 sarà sospeso. Linea 9: collegamento dalle 6.45 alle 20.30 con frequenza ogni mezz'ora, dalle 10.30 alle 17.30 ogni quarto d'ora. Invariati gli orari rispetto all'anno scorso della linea 11 e 13. I collegamenti tra Fusina e Zattere partiranno ogni ora dalle 8 alle 18 (sfasamento di mezz'ora per il senso di marcia opposto).

"CLIC&BIP", L'ABBONAMENTO ORA LO SI RINNOVA IN MODO SMART

Novità invece sul fronte della linea 17, ossia il ferry boat. Actv ha infatti introdotto una corsa in partenza dal Tronchetto alle 5 di mattina, per evitare poi che i tanti mezzi pesanti che intendono imbarcarsi per raggiungere il Lido poi finiscano con il "mescolarsi" con gli automobilisti delle ore successive. In questo senso è stata spostata una corsa notturna più verso il mattino. "Si sono formate spesso code agli imbarchi - spiega Scalabrin - così speriamo che il problema si attenui". Si starebbe valutando anche l'ipotesi di permettere a chi perda l'ultimo ferry verso il Lido di poter parcheggiare la propria auto gratuitamente in una rimessa comunale, per poi poter recuperare il veicolo il giorno seguente. Ma naturalmente entrano in gioco altri attori per arrivare a un'intesa.

Al Lido il servizio automobilistico cercherà di seguire in maniera più aderente possibile gli orari dei vaporetti, in modo da consentire le coincidenze. Gli autobus avranno quindi una frequenza di dieci minuti da e per Malamocco, di venti minuti da e per Alberoni, San Nicolò e piazzale Ravà, di trenta minuti da e per lungomare Marconi. In terraferma, invece, il notturno "mestrino" si metterà in marcia in coincidenza con il servizio di navigazione: sarà introdotta qualche corsa in più da Mestre a piazzale Roma. La linea N2, infatti, passa da una a due corse all'ora. Quindi i collegamenti automobilistici tra la terraferma e piazzale Roma aumenteranno da tre a quattro corse all'ora.

IL PRESIDENTE SCALABRIN SUI NUOVI ORARI

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Venezia usa la nostra Partner App gratuita !

Allegati

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento