Cronaca

Il presidente Zaia firma l'ordinanza: da lunedì ripartono in anticipo piscine, sagre e cerimonie

Il provvedimento entra in vigore in concomitanza con il passaggio in zona bianca. Restano sospese le discoteche

Come annunciato nei giorni scorsi, il presidente della Regione Luca Zaia ha firmato oggi un'ordinanza che anticipa a lunedì 7 giugno la possibilità di riaprire una serie di attività in tutto il Veneto: parchi tematici e di divertimento (compresi spettacoli viaggianti), piscine e centri termali, matrimoni e cerimonie varie (anche al chiuso), attività dei ristoranti anche al chiuso, fiere, sagre e congressi, eventi sportivi aperti al pubblico (all'aperto), sale giochi, scommesse e casinò, centri culturali, sociali e ricreativi, corsi di formazione.

Grazie all'ordinanza, nel territorio veneto queste attività potranno riprendere in anticipo rispetto a quanto previsto dal decreto governativo, che fissa le date di ripartenza a metà giugno e al primo di luglio. Resta sospesa, invece, l'attività di sale da ballo e discoteche, per le quali l'ordinanza si allinea al decreto legge 52/2021. Il provvedimento, infine, specifica che fino al 21 giugno 2021, in zona bianca, il consumo negli spazi al chiuso di bar e ristoranti è consentito per un massimo di sei persone per tavolo, salvo che siano tutti conviventi. Per tutte le informazioni specifiche c'è il documento con le linee guida.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il presidente Zaia firma l'ordinanza: da lunedì ripartono in anticipo piscine, sagre e cerimonie

VeneziaToday è in caricamento