menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Via Ulloa

Via Ulloa

Un orto illegale a Marghera tra siringhe e discariche abusive: intervento dei Nas

La scoperta in zona via Ulloa su una proprietà comunale. Igiene inesistente. Due cinesi al lavoro: coltivavano ortaggi irrigandoli con acqua di scolo proveniente dalla strada

Una coltivazione ricavata abusivamente e in barba a ogni regola, nel degrado assoluto e senza rispetto delle minime norme igieniche o alimentari. È la situazione trovata dai carabinieri del Nas nella zona di via Ulloa a Marghera. Ortaggi coltivati in un terreno abbandonato, tra siringhe e discariche abusive di rifiuti. Con l'acqua per l'irrigazione fatta arrivare da un pozzo che raccoglie la pioggia e il deflusso della vicina strada regionale, via della Libertà.

Un appezzamento di proprietà del Comune di Venezia piuttosto ampio: circa 20mila metri quadrati erano stati adibiti alla coltivazione di vari tipi di ortaggi, tra cui alcuni tipicamente cinesi. Verdure a diversi stati di crescita. Cinesi sono anche le due persone trovate a lavorare nel campo al momento delle verifiche, eseguite sabato mattina in seguito alle segnalazioni dei residenti. Per loro è scattata una segnalazione per violazione delle normative alimentari, ma è probabile che la lista dei reati si allungherà.

Le indagini sono in corso, ma sembra che le verdure fossero destinate alla stessa comunità cinese. Non è escluso, però, che finissero anche nei ristoranti: su questo, come sull'eventualità che i due denunciati siano proprietari di qualche attività commerciale, saranno fatte le opportune verifiche. Nel frattempo i carabinieri hanno proceduto con il vincolo della proprietà, coinvolgendo l'Arpav per le analisi sui campioni prelevati. Informata anche la polizia locale, che tra l'altro valuterà gli illeciti di propria competenza.

NELLE SETTIMANE SCORSE UN ESPOSTO DEL CMP - "Il Comitato Marco Polo ha attenzionato da qualche mese l'orto abusivo dei cinesi, avvisando le autorità in quanto pericoloso per la pubblica salubrità per l'uso di acque contaminate e insetticidi importati illegalmente", si legge in una nota del Cmp. Il comitato ha presentato un esposto sul tema il 20 marzo scorso (ECCOLO).

Allegati

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento