Ostaggi del treno guasto. Odissea per 250 pendolari a San Donà

Disavventura nel convoglio sulla Venezia-Portogruaro. Bloccato per 40 minuti senza bagni, con le luci spente e le porte chiuse. Proteste dei viaggiatori

Circa 250 pendolari della tratta Venezia-Portogruaro, nella giornata di venerdì sono rimasti intrappolati per più di 40 minuti a San Donà.

Come riporta Il Gazzettino, il treno era giunto a San Donà di Piave alle 17.20, con soli 5 minuti di ritardo, senza però riuscire più a ripartire. Luci spente, bagni inagibili e porte chiuse, per i passeggeri della tratta con partenza alle 16.41 da Venezia, il quotidiano viaggio si è trasformato in una brutta disavventura. Solo dopo 40 minuti di lamentele da parte dei passeggeri, il funzionario ha deciso di aprire le porte ed annunciare il guasto, dando così la possibilità a tutti i pendolari di scendere e salire sul successivo treno.

I viaggiatori, anzichè alle 17.36, sono riusciti ad arrivare a Portogruaro solamente alle 18.40.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Venezia usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Primo caso di Coronavirus nel Veneziano: è un 67enne di Mira

  • Apre il nuovo supermercato Aldi di Mestre

  • Epilessia: anche nel distretto di Mirano-Dolo c’è una risposta a questa malattia neurologica

  • Coronavirus, attenzione al massimo in Veneto. Zaia: «Pronti a misure drastiche»

  • Auto esce di strada e finisce contro un platano, morta una 38enne

  • La due volte premio Oscar Emma Thompson da oggi è residente a Venezia

Torna su
VeneziaToday è in caricamento