Cronaca

L'ovovia sarà solo un ricordo: al via i lavori per smantellarla

L'opera più discussa, collegata al ponte di Calatrava e mai entrata a regime. A suo tempo, costò 2 milioni di euro

«Rimuoviamo uno dei simboli dello spreco di risorse pubbliche». Con queste parole il sindaco di Venezia Luigi Brugnaro, ha dato l'avvio questa mattina ai lavori per la rimozione dell'Ovovia sul ponte della Costituzione, con l'allestimento del doppio cantiere lato Ferrovia e lato Piazzale Roma. Inaugurata nel novembre 2013, cinque anni dopo l'apertura del ponte disegnato dall'architetto Calatrava, l'ovovia non è mai entrata a regime: tanti i guasti e i malfunzionamenti che l'hanno resa un'opera praticamente non utilizzata nel tempo, nonostante i 2 milioni di euro per realizzarla.

Cominciati i lavori di smantellamento

Le operazioni di smantellamento sono state programmate dopo aver ottenuto l'ultimo via libera dalla Corte dei Conti. I lavori necessari per la rimozione del dispositivo traslante prevedono la rimozione della base dell’impianto di sollevamento, con eliminazione totale dell’impalcatura di sollevamento, compresi i parapetti in acciaio e il grigliato su lato piazzale Roma, dovesarà poi realizzata una nuova pavimentazione in legno.

Sul lato ferrovia, invece, sarà rimossa la base dell’impianto di sollevamento e verrà eseguito lo svuotamento totale della vasca collegata, che sarà poi demolita. Seguirà quindi il riempimento a copertura dell’area occupata dalla vasca con ghiaia e verrà poi ripristinata la pavimentazione in trachite come esistente. I lavori verranno eseguiti in orario notturno, per non arrecare disturbo alla viabilità pedonale e per motivi di sicurezza pubblica.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'ovovia sarà solo un ricordo: al via i lavori per smantellarla

VeneziaToday è in caricamento