menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Si perdono nel bosco del Cansiglio, poi scoprono che l'auto è a 300 metri

Disavventura stamattina per parde e figlio di Martellago, che con un amico hanno raggiunto il bosco del Cansiglio. L'inizio della passeggita alle 11.30, i soccorritori li hanno trovati dopo le 13.30

Hanno perso l'orientamento, poi, dopo l'arrivo dei soccorritori, hanno scoperto che si trovavano a 300 metri da dove avevano parcheggiato l'auto. Mattinata di paura per padre, F.B., e figlio, C.B., di Martellago, rispettivamente di 60 e 17 anni, che hanno deciso di fare una gita fuori porta assieme a un amico, G.F., 76 anni, anche lui del paese veneziano.

I tre hanno parcheggiato la propria auto a 200 metri dal bivio per località Campon, nel comune trentino di Tambre, per poi, verso le 11.30, incamminarsi nel bosco del Cansiglio verso la Val Menera. Poco dopo hanno perso l'orientamento tra gli alberi e, verso le 13.20, pur essendoci scarsa copertura, sono riusciti a lanciare l'allarme con il cellulare al 118, che ha allertato il Soccorso alpino dell'Alpago.


I soccorritori hanno dapprima rintracciato l'auto e poi richiesto l'individuazione della cella telefonica. Posizionato il Centro mobile di coordinamento, due squadre si sono quindi mosse con le jeep lungo le strade bianche attivando la sirena a intermittenza e comunicando con i tre attraverso messaggini, gli unici a funzionare, finchè i soccorritori sono riusciti a ritrovarli tra gli alberi, a circa 300 metri di distanza dal luogo dove avevano lasciato l'auto.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Sciopero generale, Sgb incrocia le braccia per 24 ore nei trasporti

Attualità

Rischia di saltare la prima della scuola media Calvi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento