rotate-mobile
Domenica, 3 Luglio 2022
Cronaca Mira

Attività famigliare: il padre spaccia, il figlio minorenne sorpreso a confezionare le dosi

I carabinieri di Martellago nella notte tra mercoledì e giovedì hanno arrestato a Oriago un 49enne con precedenti e denunciato un 16enne. Lui stava suddividendo le dosi di cocaina

Il figlio minorenne è stato sorpreso a suddividere le dosi di stupefacente, mentre la "mercanzia" era tutta in bella vista in salotto. A 16 anni avrebbe dovuto essere sui libri di scuola, non intento a questo tipo di attività illegale. Padre e figlio, residenti a Oriago di Mira, sono finiti nel mirino dei carabinieri della stazione di Martellago per spaccio di droga. Il primo, 49enne, è stato arrestato e accompagnato nel carcere di Santa Maria Maggiore, il secondo invece è stato denunciato per lo stesso reato.

Le manette sono scattate nella notte tra mercoledì e giovedì, quando i militari dell'Arma, attraverso uno stratagemma per garantire l'effetto sorpresa, sono riusciti a mettere piede nell'abitazione dei due. Sequestrando al termine degli accertamenti 62 grammi di droga, tra cocaina, hashish e marijuana. Oltre a taglierino e bilancino di precisione. Nella casa c'erano anche 850 euro in contanti, ritenuti provento dell'attività familiare di spaccio.

A destare scalpore più che altro è il fatto che i carabinieri mercoledì sera hanno sorpreso il 16enne mentre stava suddividendo e confezionando dosi di cocaina. L'appartamento di Oriago era diventato base di custodia e confezionamento della droga, poi rivenduta a diversi tossicodipendenti. A mettere gli occhi sul 49enne sono stati i carabinieri della stazione di Martellago: nei giorni scorsi avevano concentrato l'attenzione su un'auto bianca che sembrava fare la spola tra la Riviera del Brenta e la Castellana.

Il conducente si fermava spesso e parlava con vecchie conoscenze delle forze dell'ordine, conosciute come assuntrici di droga. Per questo è scattato il controllo: il 49enne al momento dell'Alt intimato dai militari si trovava a bordo con 2 giovani clienti. Nell'abitacolo sono stati rinvenuti 40 grammi di cocaina suddivisi in 7 involucri e del denaro contante. A quel punto è scattata la perquisizione domiciliare a Oriago di Mira: padre e figli, consci di essere stati scoperti, hanno accompagnato gli uomini in divisa in salotto. Lì c'era tutta la "mercanzia": cocaina, marijuana, hashish, bilancino, bustine e tritafoglie.

Il padre, gravato da precedenti specifici, al termine degli accertamenti è stato dichiarato in arresto per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e portato a Santa Maria Maggiore. Il figlio invece è stato denunciato per lo stesso reato all'autorità giudiziaria per i minorenni. 
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Attività famigliare: il padre spaccia, il figlio minorenne sorpreso a confezionare le dosi

VeneziaToday è in caricamento