rotate-mobile
Cronaca

Actv presenta il nuovo sistema di pagamento contactless a bordo dei mezzi di trasporto

Il progetto è stato sviluppato in collaborazione con Visa. I dispositivi saranno attivati a partire da settembre 2023 a bordo di bus e tram, oltre che alle fermate dei vaporetti

I mezzi di trasporto di Actv avranno presto a bordo un sistema di pagamento dei biglietti con carte bancarie tramite tecnologia contactless. L'iniziativa è stata presentata oggi, a Ca’ Farsetti, dal gruppo Avm assieme alla rete di imprese composta da Conduent ed Elavon, con la partecipazione di Visa.

Il sistema, denominato Emv (Europay, MasterCard e Visa), costituisce una forte innovazione nel trasporto pubblico e sta prendendo piede in varie città. L’accordo prevede la fornitura di 1.900 validatrici che saranno installate a bordo di bus e tram, e che saranno in grado di leggere una vasta gamma di carte e dispositivi: carte di pagamento, smartphone, wearable, tessere Venezia Unica, biglietti elettronici, app Avm e altre applicazioni partner. Le validatrici saranno collocate anche nelle stazioni del people mover e alle fermate della rete di navigazione.

Il progetto, aggiudicato a seguito di gara pubblica, contempla anche la realizzazione di un sistema di calcolo della miglior tariffa applicabile al cliente, a cui verranno addebitati gli importi più convenienti in relazione al numero di tap (validazione/pagamento tramite carta bancaria) effettuati nell’arco del periodo considerato. Il sistema "best fare" sarà dapprima applicato in via sperimentale ai soli biglietti, con e senza tessera Venezia Unica, anche giornalieri e pluri-giornalieri, per poi estendersi agli abbonamenti mensili e infine agli annuali. Per il cliente occasionale sarà sufficiente avvicinare la propria carta bancaria alla validatrice per regolare il pagamento e poter viaggiare. I possessori di tessera Venezia Unica dovranno preventivamente associare il proprio profilo dell’area riservata dei siti www.avmspa.it e www.actv.it con la propria carta bancaria, quindi utilizzare tale modalità per pagare direttamente in validatrice il biglietto urbano o extraurbano (senza necessità di pre-acquistarlo).

Nella rete tranviaria, in quella automobilistica urbana di Lido e Pellestrina, in navigazione e nel people mover sarà sufficiente fare tap solo in salita e continuare a utilizzare la stessa carta bancaria per viaggiare senza ulteriori addebiti nel periodo di validità del titolo. Su tutti i bus della rete urbana di terraferma e della rete extraurbana, compresi i collegamenti con l’aeroporto Marco Polo, verrà invece adottato il sistema della tariffa massima per il singolo viaggio in caso di mancato tap in uscita. Per la verifica dei biglietti dei passeggeri, i palmari di controllo saranno dotati di un sistema di interazione con le carte bancarie, visualizzando l’ultima transazione effettuata tramite lettura o inserendo le ultime 4 cifre della carta.

Sarà anche resa disponibile online una sezione dedicata che consentirà ai clienti di visualizzare le transazioni effettuate e la cifra addebitata. È prevista, infine, una campagna di comunicazione (sostenuta da Visa e messa a punto da VeLa, in collaborazione con i partner di progetto e il Comune di Venezia) per la promozione delle nuove soluzioni di pagamento contactless nell’ambito del servizio di trasporto pubblico locale.

Presentazione del nuovo sistema di pagamento Actv

«È una tappa fondamentale nel processo di efficientamento delle società e del servizio di trasporto pubblico - commenta l’assessore alle società partecipate, Michele Zuin -. Con un investimento a costo zero, interamente sostenuto dai partner privati, introduciamo in città una nuova soluzione di bigliettazione da capitale globale, al pari di quanto già fatto a Londra, New York, Berlino e Milano, a vantaggio di residenti, studenti, lavoratori pendolari e turisti. Prevediamo di mettere in funzione il nuovo sistema a cavallo tra il 2023 e il 2024, con avvio tra settembre e ottobre 2023 per l’acquisto dei biglietti e a seguire con gli abbonamenti nel corso del 2024».

«Per il rinnovamento delle validatrici e l’introduzione del sistema Emc - aggiunge il direttore generale del gruppo Avm Giovanni Seno - abbiamo espletato una gara unica nel suo genere che vede la rti impegnarsi con proprio rischio di impresa e una previsione di ritorno sull’investimento spalmato sulle fee di vendita, per valori unitari equiparabili a quelli sostenuti per la remunerazione della rete dei rivenditori autorizzati. Per la realizzazione del sistema ci siamo assicurati la collaborazione di operatori leader di mercato nei rispettivi settori. Le innovazioni in ambito bigliettazione elettronica, ad ogni modo, non si fermano qui: stiamo procedendo verso la virtualizzazione della tessera Venezia Unica e lo sviluppo di nuove soluzioni ticketing tra le più interessanti nel panorama europeo».

Per Marco Moretti, amministratore delegato di Conduent Business Solutions Italia, «le autorità di trasporto di tutto il mondo stanno aggiornando e modernizzando i propri sistemi per allinearsi ai consumatori, i quali utilizzano la tecnologia quotidianamente per rendersi la vita più semplice e veloce. I sistemi di pagamento contactless stanno diventando una soluzione indispensabile per questi sistemi». Mentre Stefano Stoppani, country manager Visa Italia, spiega: «Il lancio dei pagamenti dei titoli di viaggio in modalità contactless a Venezia permette di mettere a frutto la vastissima esperienza di Visa in quest’ambito, con oltre 100 città abilitate in Europa. Il caso di Venezia è particolarmente più rilevante: oltre a migliorare l’esperienza d’uso dei residenti, digitalizzando il pagamento dei trasporti e contribuendo a una maggiore vivibilità, faciliterà enormemente la vita dei milioni di turisti che visitano la città».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Actv presenta il nuovo sistema di pagamento contactless a bordo dei mezzi di trasporto

VeneziaToday è in caricamento