rotate-mobile
Giovedì, 20 Gennaio 2022
Cronaca

"Info-rette" e prenotazione mense scolastiche: tutto automatizzato

Il Comune lancia due nuovi servizi dedicati a genitori di studenti e dei più piccoli che permetteranno un risparmio pubblico di 200mila euro all'anno

Semplificazione per le famiglie, risparmio per il Comune, dematerializzazione, sostenibilità ambientale: sono queste le parole chiave per descrivere i due servizi innovativi, completamente gratuiti, per venire incontro alle esigenze delle famiglie con figli. La prima novità riguarda i buoni pasto per il servizio di refezione nelle scuole materne, primarie e secondarie di primo grado gestite dal Comune di Venezia. Nei prossimi mesi infatti la prenotazione e il pagamento dei pasti nelle scuole sarà automatizzato. In pratica, per garantire al proprio figlio il pasto scolastico sarà sufficiente effettuare il pagamento in contanti, per il periodo desiderato, nelle farmacie comunali o in uno dei punti vendita convenzionati, oppure tramite bonifico bancario. Nella ricevuta che verrà consegnata sarà registrato non solo l’importo versato ma anche la data di scadenza del periodo coperto dal versamento. Il sistema considera sempre presenti a scuola tutti i bambini; per segnalare l’assenza del proprio figlio, i genitori dovranno semplicemente telefonare, dalle ore 18 del giorno precedente l’assenza fino alle ore 9 del giorno dell’assenza, comporre il numero relativo al figlio assente, attendere il segnale di occupato e riagganciare. Il servizio sarà avviato in via sperimentale, fino a giugno, in quattro scuole della Terraferma (scuole dell’infanzia Vecellio e Otto marzo e scuole primarie Leopardi e Radice), interessando circa 500 famiglie. Dopo una fase di verifica della sperimentazione, che sarà accompagnata anche da incontri informativi con le famiglie, il nuovo sistema entrerà a regime a partire da settembre 2013.

“L’avvio di questo nuovo sistema - ha sottolineato l’assessore comunale alle Politiche educative, Andrea Ferrazzi – offrirà notevoli vantaggi alle famiglie, che risparmieranno tempo grazie alla semplificazione della procedura, alle scuole, spesso in difficoltà nella gestione dei buoni a causa della riduzione del personale Ata, all’amministrazione comunale, che potrà risparmiare oltre 200mila euro l’anno, visto che non sarà più necessario far stampare i buoni cartacei. Un altro tassello che migliora ulteriormente la qualità del servizio di refezione del Comune, che ogni giorno fornisce circa 12mila pasti, biologici all’80%, con la possibilità per i genitori di scegliere tra ben 10 menu differenziati, per venire incontro alle esigenze più diverse”.


Il secondo servizio innovativo, “Inforette”, già attivo in via sperimentale per alcuni utenti di Venezia, Lido e Favaro Veneto, è riservato ai genitori dei bambini che frequentano gli asili nido o gli spazi cuccioli comunali. Una volta registrati gratuitamente sul portale, sarà possibile conoscere l’ammontare degli importi dovuti, visualizzare i pagamenti già effettuati e verificare lo stato di validità dell’Isee presentato. Per chiarimenti o informazioni ci si può rivolgere all’ufficio Bilancio e controllo di gestione della Direzione Politiche educative, della famiglia e sportive, telefonando ai numeri 0412748529 (per Venezia) o 0412749543/9547/9549/9670 (per Mestre) o inviando un’email all'ufficio competente.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Info-rette" e prenotazione mense scolastiche: tutto automatizzato

VeneziaToday è in caricamento