menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Un palo vagante sfonda lo scafo, barca va a picco a Sacca Fisola

Una bricola a pezzi ha aperto un buco sulla carena di un'imbarcazione. A salvare i due occupanti ci hanno pensato pompieri, sub e capitaneria

Uno schianto improvviso, poi lo squarcio che si allarga sullo scafo e l'acqua della laguna che invade la barca. Questo lo spettacolo spaventoso con cui è finita la gita via mare di due persone, finite in acqua dopo che un palo vagante ha impattato contro la loro barca, sfondandola.

PAURA IN LAGUNA – L'episodio è avvenuto giovedì mattina, intorno alle 12.30, nei pressi di Sacca Fisola. Il palo, una bricola vagante staccatasi dal suo ancoraggio e trasportata poi dalla corrente lungo i canali della laguna, ha sfondato lo scafo dell'imbarcazione, che ha subito imbarcato acqua. I due a bordo sono riusciti a chiamare tempestivamente i soccorsi, e in poco tempo sono arrivati a salvarli pompieri, sommozzatori e capitaneria di porto, riportandoli all'asciutto. A staccare la bricola dal fondale, secondo gli esperti, sono state le teredini, grossi vermi marini che divorano il legno e che stanno proliferando da tempo a Venezia. Proprio per evitare simili, pericolosissimi episodi, il Comune sta cercando di spingere tutti i cittadini a cambiare i pali in legno con alternative in plastica riciclata in grado di resistere all'erosione e ai parassiti per oltre dieci anni, contro gli appena sei mesi garantiti dalle bricole tradizionali.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento