menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Diluvio di truffati a Jesolo: pagano appartamento che non esiste

Paolo Marchiò Lunet, questo è il nome già noto alle forze dell'ordine da cui stare distanti. La trama è sempre la stessa: lui mette su Subito.it l'annuncio della casa, si fa dare la caparra di 300 euro e poi svanisce nel nulla

Se state pensando di affittare un appartamento per delle vacanze last minute fate attenzione a questo nome: Paolo Marchiò Lunet. Lui sarebbe un sessantatreenne di Aviano, irreperibile dal 2012 ma ancora molto presente sul web. Solamente tra venerdì e sabato infatti, sarebbero state quattro le denunce arrivate alle forze dell'ordine. Lo schema è sempre lo stesso da anni: mettere un annuncio su Subito.it di una casa vacanze in affitto, intascarsi la caparra e sparire nel nulla.

La truffa però è orchestrata nei minimi dettagli, dalla mail di risposta in cui si ringrazia del versamento al numero di telefono a cui rivolgersi in caso di problemi. 3899378483 e Paolo Marchiò sono quindi i due indizi che, nel caso si volesse affittare una casa per le vacanze, bisogna ben tenere in mente.

Le ultime denunce nei confronti dell'uomo sono giunte tra venerdì e sabato. Ben quattro diverse persone avevano trovato su Subito.it un bell'appartamento, con tanto di foto e numero civico. La zona era quella di via Zara al Lido di Jesolo ed il costo era di 1400 euro. Tutti quattro i denunciatari avrebbero contattato questo fantomatico signor Marchiò il quale ha dato le risposte del caso chiedendo una caparra di 300 euro ed il saldo al momento di ricevere le chiavi. Dopo una prima mail di ringraziamento per aver versato la caparra, i truffati però non hanno più avuto notizie del truffatore e, andando direttamente nel luogo dell'annuncio, si sono trovati di fronte all'incubo peggiore per chi vuole rilassarsi in vacanza: il condòmino che dice che quel nome lo cercano in molti ma non è mai esistito. Almeno lì.

Niente appartamento, niente vacanza e 300 euro persi nel nulla. Questi quattro casi però sono solamente una piccola parte del "lavoro" del signor Marchiò. Da anni infatti questo nome è noto alle forze dell'ordine che spesso ricevono sul loro tavolo una denuncia indirizzata a quest'uomo. Attenzione, quindi, se avete intenzione d'andare in vacanza rilassati statene alla lontana.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Sciopero generale, Sgb incrocia le braccia per 24 ore nei trasporti

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    L'annuncio di Zaia: «È ufficiale, il Veneto da lunedì in zona arancione»

  • Politica

    Affidato all'Europa il salvataggio delle dune degli Alberoni

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento