rotate-mobile
Cronaca

“Parcheggia e vai”, parte il nuovo progetto di mobilità integrata del Comune di Venezia

Con un unico biglietto il parcheggio dell'auto più il biglietto del bus. L'iniziativa scatta a dicembre. Si prevede inoltre la realizzazione di ciclostazioni del bike-sharing e la possibilità di utilizzo del car sharing

 

“Parcheggia e vai – vivi facile la città”: è lo slogan del progetto promosso dall’Assessorato comunale alla Mobilità e da Avm, che prenderà avvio dal prossimo mese a Mestre. Lo hanno presentato ufficialmente questa mattina al Centro Candiani agli organi di informazione e alla cittadinanza gli assessori comunali alla Mobilità, Ugo Bergamo, e alle Attività produttive, Antonio Paruzzolo, il presidente di Avm, Giovanni Seno e il dirigente della Direzione Mobilità del Comune di Venezia, Roberto Di Bussolo, alla presenza, tra gli altri, dell’assessore provinciale alle Attività produttive, Giacomo Grandolfo e del presidente di Actv, Marcello Panettoni.
 
 
“Obiettivo del progetto – ha spiegato Bergamo – è di porre le basi per una nuova mobilità integrata e sostenibile valorizzando un patrimonio di cui si è dotato in questi anni il Comune e che è rimasto sinora sottoutilizzato, ovvero i 14 parcheggi scambiatori, con i loro 1750 posti auto disponibili. Attualmente il loro utilizzo giornaliero è attestato attorno al 34%: noi vorremmo dotarli di una serie di servizi per convincere gli automobilisti a parcheggiare fuori città le loro vetture ed arrivare comodamente in centro utilizzando il servizio di trasporto pubblico, oppure altri mezzi ecologici.”
 
 
La prima fase (che interesserà peraltro i tre parcheggi più utilizzati, con una percentuale vicina al 100%, ovvero Castellana A, Marghera B e Santa Maria dei Battuti), prevede così la realizzazione di ciclostazioni del bike-sharing, la possibilità di utilizzo del car sharing (con la messa a disposizione, in ogni park, di due auto elettriche), la messa in sicurezza delle aree con un sistema di videosorveglianza, l’avvicinamento delle fermate degli autobus, la possibilità di tariffe integrate park+bus. Una intera giornata di parcheggio costerà solo un euro, con possibilità di abbonamenti mensili (a 15 euro) e annuali (a 150), ma si potrà anche avere un abbonamento comprendente anche il trasporto sugli autobus e sui vaporetti dell’Actv. Uguali interventi saranno realizzati, nella seconda fase del progetto, prevista entro al fine del 2013 in altri 3 parcheggi, mentre l’ultima fase, programmata entro la fine del 2014,  ne riguarderà altri 5.
 
 
“Quella che stiamo per avviare – ha sottolineato Paruzzolo – è un’operazione che ha molti risvolti. Direi che è prima di tutto una piccola rivoluzione culturale, sul modo di intendere la mobilità e sulle nostre abitudini, ma ci sarà anche un ritorno importante sia a livello economico che ambientale. E’ significativo, in questo senso, anche il fatto che i park scambiatori saranno forniti di colonnine per il rifornimento delle auto elettriche.”
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Parcheggia e vai”, parte il nuovo progetto di mobilità integrata del Comune di Venezia

VeneziaToday è in caricamento