menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Strisce blu, da oggi si paga con il bancomat. Parchimetri rinnovati a Mestre e Venezia

Dal primo luglio c'è l'obbligo per i Comuni di adeguare i dispositivi. In caso contrario, in teoria, gli automobilisti possono contestare le multe (e quindi parcheggiare gratis)

A Venezia è già una piccola rivoluzione, nel senso che, in terraferma e al Lido, Avm ha provveduto a sostituire le macchine per il pagamento della sosta fin dai giorni scorsi. La legge, infatti, parla chiaro. Se il parchimetro non ha il Pos per il pagamento della sosta con bancomat e con carte di credito, il parcheggio nelle strisce blu è gratuito e non si incorre in nessuna multa. Questo perché dal 1° luglio è scattato l'obbligo imposto dalla legge di stabilità 2016 per i Comuni di adeguare i dispositivi di controllo della durata della sosta a pagamento alle nuove norme.

Insomma, giocando d'anticipo Avm Holding ha scongiurato il rischio di una raffica di contestazioni e annullamenti da parte dei giudici di pace. I nuovi dispositivi sono 151 e prevedono il pagamento con monete, carte di credito e bancomat. La spesa per la società? 438mila euro. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La Casa dei Tre Oci va al gruppo Berggruen Institute

Attualità

L'agriturismo di Jesolo in cui sono allevati 200 struzzi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento