menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Un parco dedicato a Gloria e Marco, vittime dell'incendio alla Grenfell Tower

L'intitolazione a Riese Pio X (Treviso). Cerimonia il 4 ottobre con presentazione di un percorso poetico. Ci saranno i genitori dei ragazzi morti a Londra nel giugno scorso

Marco e Gloria al centro di un "percorso poetico" sulle questioni sociali e politiche del nostro tempo. Appuntamento il 4 ottobre, alle 20.45, nella sala comunale di Riese Pio X (Treviso). L'evento (voluto dall’amministrazione comunale, gestito dall’associazione culturale Ostrega! e a cura di Massimo Parolini, poeta riesino) è allestito all’interno del parco della Poesia "Andrea Zanzotto". Si intitolerà “Resta, umano, con noi” e sarà dedicato alla poesia italiana di memoria civile e, in particolare, alla memoria di Gloria Trevisan e Marco Gottardi, i due giovani morti a giugno nell’incendio della Greenfell Tower di Londra. I genitori saranno presenti all’evento.

Dall’introduzione del curatore si legge: "L’ingiustizia sociale, il razzismo, i profughi, la violenza mafiosa, il vuoto dei mass media, la precarietà del lavoro e dei rapporti umani, la violenza di genere, la crisi dei valori etici e civili, sono i temi di maggiore attenzione da parte di alcuni poeti che mirano a smuovere le coscienze e ad opporsi al dilagante menefreghismo individuale che inaridisce le anime e le consegna all’insicurezza, all’ansia, alla paura. Bene comune, uguaglianza sociale, cittadinanza attiva, ascolto dell’altro, del diverso, del marginale e disagiato, critica sociale, archivio di memoria di eventi e soggetti  di rilevanza collettiva, devono a nostro avviso tornare ad attraversare il dire poetico, luogo esperienziale e magmatico del linguaggio e del pensiero. In tale direzione abbiamo inteso dedicare il percorso del Parco letterario Andrea Zanzotto alla memoria civile che dalla Grande guerra, attraversando la Seconda guerra mondiale e la Resistenza, la Shoah, la Liberazione ed Hiroshima, i disastri ambientali, le mafie e la strategia stragista del terrore degli anni Settanta e Ottanta, giunge fine alla guerra nella ex-Jugoslavia e al dramma attuali dei profughi. Ma questo parco vuole anche custodire la memoria recente di due giovani della nostra terra veneta che dal fuoco londinese sono tornati a risvegliare col loro sorriso luminoso un paesaggio che ha bisogno di diradare le nebbie e rinvigorire la fiducia nel futuro della propria gente: Gloria Trevisan di Camposampiero e Marco Gottardi di San Stino di Livenza. A loro e al loro ritorno a casa dedichiamo l’intero percorso poetico sulla Memoria civile.".

Presenterà il curatore Massimo Parolini accompagnato dalla fisarmonica di Claudio Cecchetto. Seguirà la presentazione de “La via cava”, raccolta di poesie dello stesso curatore, edita da Lietocolle.

nwxq8DoLy80SHVtkiDxH5eSxWj8MPSI8l-ELGBVB9Vmbobq4eIwAsHOPUBq7i2wWqmxFVaSN8gKAh1hscqjSZbw0_wksJz_7BFJbXh2N8MII1OBm76XBCb8SVhIp_f8BttWJM7vfqyn1P76hxxAw2NzMHPRSpvlWRsEc6MJW3LOD_2SaEIxgBcX1SPHrQHSiIIzWV20Y1QEMu7c=s0-d-e1--2

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Veneto ancora in zona arancione, Confcommercio: «Siamo sconcertati»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Marchio Igp per il vetro di Murano e il merletto di Burano

  • Cronaca

    Sport e attività motoria, cosa si può fare in Veneto: le Faq del Governo

  • Cronaca

    Ufficiali i nuovi colori: il Veneto resta arancione

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento