menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Prostituzione e sporcizia davanti alla chiesa". Il parroco alza la voce

Malumore crescente in via Piave, don Mirco Pasini ha piazzato i cartelli sulle fioriere e sulle pareti del sagrato: "La situazione sta precipitando"

La settimana scorsa il parroco di Carpenedo ha preso posizione assieme ai commercianti contro l’accattonaggio, ora quello di via Piave alza la voce per protestare contro il degrado urbano. Don Mirco Pasini, della parrocchia Santa Maria di Lourdes, ha deciso di affiggere sulle fioriere e sulle pareti del sagrato dei cartelli in cui si invita la gente a non fare ovunque i propri bisogni. Come riporta Il Gazzettino, il parroco quotidianamente è costretto ad imbattersi con personaggi che scambiano il sagrato della chiesa come una toilette a cielo aperto.

“Non se ne può più dell'inciviltà e della sporcizia che lasciano certi personaggi, la situazione sta precipitando” ha affermato don Mirco sbottando contro ubriachi, spacciatori e prostituzione. A pochi passi dal patronato, in un tratto di strada dove passano sempre moltissimi bambini, a terra sono stati trovati addirittura dei preservativi usati.

Don Mirco fa quel può, uscendo in strada per allontanare chi si comporta con così poco rispetto, ma la situazione peggiora continuamente e ora il quadro è davvero allarmante. Anche in via Piave, come a Carpenedo, bazzicano spesso e volentieri i mendicanti: “Fare la carità è un atto di responsabilità – prosegue il parroco -. Ai miei fedeli ho suggerito di non fare l'elemosina quando è chiaro che il bisogno è fasullo”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Sì al turismo, «strategico per la ripresa economica». Adesioni di cittadini e operatori

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento