Cronaca

Tanta fretta di venire al mondo: nasce a casa prima che arrivi l'ambulanza

La piccola è venuta alla luce aiutata dalla nonna che ha seguito le indicazioni del Suem al telefono per far partorire la figlia

Tanta fretta di nascere e così, anche se l'ambulanza era già stata chiamata, un bambino è venuto alla luce in casa nella notte tra sabato e domenica, verso le 2.20. È successo in un'abitazione a Dolo. Il Suem, già allertato visto che la mamma, una signora di origini rumene, aveva capito che era arrivato il momento di partorire, non ha fatto in tempo ad arrivare per portare la donna in maternità all'ospedale, come la mamma aveva programmato. La piccola infatti è nata precipitosamente a casa, mentre il mezzo dal pronto soccorso di Dolo era ancora in viaggio.

Ad aiutare la signora è stata sua mamma, la nonna della piccola venuta al mondo, che si trovava con lei. La donna ha seguito le indicazioni del Suem al telefono ed è riuscita a far partorire la figlia. Tutto è andato per il meglio ed è durato pochi minuti. L'ambulanza è sempre rimasta in contatto diretto con la sala parto dell'ospedale di Mirano. Mamma e figlia stanno bene e ora sono al reparto di Ostetricia e ginecologia dove sono state portate, all'ospedale miranese dell'Ulss 3.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tanta fretta di venire al mondo: nasce a casa prima che arrivi l'ambulanza
VeneziaToday è in caricamento