Cronaca

Bel tempo e clima mite, con la Pasquetta arriva il terzo giorno di pienone a Venezia

Ancora afflusso imponente, code agli imbarcaderi Actv e alle biglietterie Trenitalia. Il Comune, attraverso Twitter, invita i visitatori a privilegiare gli itinerari alternativi

Treni, bus e tram pieni, tantissimi hanno deciso di trascorrere il lunedì di Pasquetta tra le calli di Venezia. Fin dalla mattina sono stati segnalati affollamenti sia nelle stazioni ferroviarie di Mestre e Venezia che nelle aree più frequentate della città. Il grafico del Comune che segnala la stima dei visitatori previsti indica, come domenica, il pienone. Giornate da bollino nero. Sui canali social si raccomanda di "privilegiare le isole della laguna e la terraferma", dal momento che la città potrebbe essere molto affollata. Consigli che fanno parte della campagna di comunicazione "detourism", ma la maggior parte dei visitatori non vuol rinunciare a percorrere le calli della città storica, specialmente con una giornata di sole e clima gradevole.

29943168_2126764337340153_167881649_o-2

Foto Matteo Milan

Città strapiena per il weekend pasquale

Per tutti sono ore impegnative. I disagi sono inevitabili da parte di chi deve affrontare le code per salire a bordo dei battelli Actv, mentre i residenti lamentano gli inconvenienti legati alla massiccia presenza di turisti: angoli trasformati in latrine, sporcizia e rifiuti che si accumulano, difficoltà a percorrere le calli. I parcheggi tra piazzale Roma e il Tronchetto reggono, ma la maggior parte delle persone arriva tramite i mezzi pubblici. Gli alberghi, almeno stando agli ultimi dati rilevati, non hanno registrato il sold out in questo fine settimana lungo, attestandosi su un 85% di stanze riempite. Ma, si sa, Pasquetta è per eccellenza la giornata dedicata alla scampagnata. E questo contribuisce ad aumentare a dismisura le presenze.

Test sulla linea 1/

Le critiche all'amministrazione e al trasporto pubblico, in questi giorni, riguardano tra l'altro l'introduzione della linea di vaporetti 1/. Sul tema risponde Giovanni Seno, direttore Avm: "Trovo sciocco dare giudizi o trarre conclusioni dopo soli due o tre giorni di esercizio, per giunta coincidenti con l’invasione dei turisti del ponte pasquale. Sin dall’annuncio abbiamo detto che avremmo monitorato da vicino la nuova linea ben consci da soli che, come in ogni cosa, vi sono aspetti positivi e negativi da migliorare, se possibile".

Code verso le spiagge

Situazioni di disagio si sono verificate anche sulle strade verso il litorale, sia sulla regionale per Jesolo che in direzione Caorle. Auto incolonnate e parecchia attesa per chi ha deciso di passare la giornata di festa in spiaggia, un altro classico del lunedì dell'Angelo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bel tempo e clima mite, con la Pasquetta arriva il terzo giorno di pienone a Venezia

VeneziaToday è in caricamento