menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La Pasquetta alcolica si sposta a Chioggia: "Sindaco, la blocchi"

Appello del presidente del Silb al primo cittadino Casson affinché vieti la vendita di alcol, misura già proposta dall'amministrazione di Jesolo

Da Jesolo a Sottomarina. La Pasquetta "alcolica" vietata nella prima località balneare farà armi e bagagli e sbarcherà a Chioggia, almeno secondo gli organizzatori della manifestazione, dopo che l'anno scorso migliaia di ragazzini arrivarono già "carichi" sulla spiaggia per darsi al divertimento. Stavolta il copione rischia di ripetersi a Sottomarina, con tanto di polemiche preventive. Il sindaco di Jesolo, Valerio Zoggia, ha infatti promulgato una ordinanza con cui si vieta lunedì in determinati orari la vendita per asporto di alcolici.

Una misura che ha avuto come conseguenza lo spostamento del rave party in altri lidi. Il presidente provinciale del Silb-Confcommercio Venezia, Sindacato Locali da Ballo, chiede una ordinanza bis anche per Sottomarina: "Vorrei fare un appello al sindaco di Chioggia Giuseppe Casson perché possa prendere in considerazione dei provvedimenti riguardo l’annunciato rave party che si prospetta nel periodo pasquale - dichiara - Credo che anche Lei sentirà la responsabilità di tutti quei giovani. Sono certo che non lascerà che invadano il suo territorio per ubriacarsi. Per noi - conclude Vianello - è importante che i giovani si divertano nei luoghi appropriati, dove ci sono sicurezza e controllo. Come associazione siamo contro ogni forma di abusivismo, rave party in testa. Il divertimento ai giovani non è mai stato negato quando si è espresso nel rispetto della legge".
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Sciopero generale, Sgb incrocia le braccia per 24 ore nei trasporti

Attualità

Rischia di saltare la prima della scuola media Calvi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento