menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Asc e Rivolta: "Recuperare i 'buchi neri' di Marghera e rinforzare il welfare sociale"

Centro sociale e Assemblea sociale per la casa sabato hanno organizzato una passeggiata per far luce sui tanti alloggi rimasti vuoti e sulle politiche sociali di Comune e collettività

"Marghera non è periferia". Questo lo slogan della prima passeggiata di quartiere organizzata dal centro sociale Rivolta e dall'Assemblea sociale per la casa che si svolgerà sabato prossimo nella città giardino. Appuntamento alle 16 in piazzale Giovannacci. Si tratta della prima di una serie di iniziative rivolte ai cittadini per mettere in luce le problematiche legate alla vita quotidiana dei margherini: "Sono problematiche spesso non differenti da quelle riscontrate in altri quartieri - dichiarano in una nota gli organizzatori - Vogliamo mostrare quali sono i veri 'buchi neri' della città. Anni di abbandono, di tagli a servizi e welfare, di assenza assoluta di nuove politiche sulla residenza, ci consegnano una città più povera e degradata".

"Troppi buchi neri"

Nel mirino finiscono spazi pubblici e privati lasciati per troppo tempo alla mercé del tempo e dei senzatetto: "Potrebbero diventare risorse - si sottolinea - Centinaia di alloggi pubblici di Ater e Comune sono lasciati sfitti. Servizi essenziali per contrastare la marginalità e la povertà sono ridotti all'osso dalle logiche dei tagli al welfare".

"Tagli al welfare e torna l'eroina"

Un degrado che viene acuito anche dal ritorno dell'eroina: "L'inadeguatezza dei servizi di prevenzione e di riduzione del danno in materia di sostanze e la drastica riduzione del lavoro di strada degli operatori lasciano il campo aperto al drammatico ritorno dell'eroina - si continua - consegnando Mestre al triste primato di essere tra le città in Italia con più morti di overdose. E' ora di uscire dagli slogan e dalle campagne elettorali o dalle trovate ad effetto". Nel corso dell'iniziativa, sarà presentata una prima proposta di manifesto, in 8 punti, che centro sociale Rivolta e Asc pongono come prima "base di ragionamento" affinché in città "si apra un serio dibattito sul suo futuro.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Sequestrate 83 tonnellate di rifiuti al porto di Venezia

  • Cronaca

    Taxi fermi: fatturato giù del 98% su acqua e dell'86% su gomma

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento