Cronaca

Torna anche nel Veneziano la pastasciutta antifascista

Domenica i pensionati dello Spi Cgil ricordano il sacrificio dei fratelli Cervi (1943) a Mira. «La crisi pandemica rischia di aumentare odio e intolleranza»

Da Belluno a Rovigo, da Vicenza a Venezia fino a Padova. Dopo lo stop forzato dovuto alla pandemia, i pensionati dello Spi Cgil del Veneto tornano a celebrare “in presenza” il settantottesimo anniversario della pastasciutta antifascista, in ricordo dei fratelli Cervi che il 25 luglio 1943 offrirono in piazza a Campegine (Reggio Emilia) un piatto di spaghetti per festeggiare la caduta del nazifascismo, per poi essere presi prigionieri, torturati e fucilati dagli stessi fascisti il 28 dicembre dello stesso anno. 

Pastasciutta antifascista a Mira

Come sempre, la giornata sarà un’occasione per ribadire l’importanza del ricordo e della memoria e per sottolineare come i valori dell’antifascismo siano più attuali che mai tanto più in questo periodo di profonda crisi sanitaria ed economica, dove il rischio di un aumento dell’intolleranza e dell’odio si fa sempre più elevato.

«Mai come oggi sentiamo parlare di diritti e di libertà da chi si rifà in realtà a ideali, come quelli fascisti, in cui entrambi questi valori erano soppressi. - spiegano dal sindacato dei pensionati (Spi) Cgil del Veneto - C’è chi si riempie la bocca con questi due termini per difendere la scelta di non vaccinarsi e addirittura, quelle stesse persone, parlano di dittatura sanitaria. Ecco, con la pastasciutta, vorremmo ricordare dove si nascondano le vere insidie per la libertà e per i diritti».

A Belluno (Nevegal, località Pus) e a Rovigo (Casa della legalità Salvaterra) la pastasciutta è in programma sabato 24, mentre a Venezia (Mira, Dogaletto) e a Vicenza (Porto Burci) l’appuntamento è per domenica 25. A Padova (Albignasego, villa Salom) la pastasciutta è organizzata venerdì pomeriggio dall’Anpi con l’adesione di Auser e Spi Cgil.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Torna anche nel Veneziano la pastasciutta antifascista

VeneziaToday è in caricamento