menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Un pasto caldo ad un euro per tutte le famiglie in difficoltà economica

È ciò che offre la "Serenissima", il ristorante solidale aperto al centro don Vecchi di Carpenedo. Sono 110 i coperti disponibili, a pranzo e cena

Un ristorante a un euro, per aiutare la famiglie più povere. Come riportano i quotidiani, è l'ultima iniziativa di don Armando Trevisiol, organizzata al centro don Vecchi di Carpenedo, in viale don Sturzo. Il centro di ristoro solidale, che è stato chiamato "Serenissima", ha aperto i battenti lunedì sera, con la prima cena.

Con una squadra di 60 volontari, don Armando ha l'obiettivo di arrivare a riempire i 110 coperti disponibili nel locale, sia a pranzo che a cena. E il mantra che ripete ripetutamente la prima sera "Ce la facciamo, ce la facciamo", fa capire l'entusiasmo e la voglia di dare una mano a chi fa fatica ad arrivare a fine mese. È una bella sfida, che permette di consumare un pasto caldo a 1 euro. Gli under 16, invece, mangiano gratis. Tutto questo, ricordano i volontari, è possibile anche grazie ai generi alimentari messi a disposizione da alcune attività locali di Carpenedo, che permettono di poter servire menù diversi tutti i giorni, variando l'offerta. Per la prima cena sono stati preparati pasta al pomodoro, roast beef all'inglese, patate fritte e un dessert.

Ma le difficoltà non mancano di certo. Don Armando ha infatti spiegato come ripetuti siano stati gli appelli alle parrocchie e ai servizi sociali di Venezia di segnalare famiglie in difficoltà, ma solo da alcuni parrocci è arrivata una piccola collaborazione. Dal Comune, invece, pare che non ci sia stata alcuna risposta in merito. Il parrocco ha sottolineato come solo dopo gli appelli nei giornali di lunedì qualcosa si è smosso, con alcune assistenti sociali che hanno deciso di collaborare per un onesto fine. E poi ci sarà il passaparola, come in molte altre circostanze, a fare il resto. Don Trevisiol ha specificato, inoltre, come non si tratti di un ristorante per soli italiani, dal momento che persone e famiglie di ogni nazionalità potranno accedere al servizio di ristorazione ad un euro, senza distinzioni di sorta.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Sciopero generale, Sgb incrocia le braccia per 24 ore nei trasporti

Attualità

Rischia di saltare la prima della scuola media Calvi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento