Il patriarca chiede alle parrocchie di mettere a disposizione spazi per la ripartenza delle scuole

L'appello di Moraglia in vista dell'inizio sicuro delle lezioni a settembre. In una lettera l'appello a collaborazioni, istituti religiosi e associazioni

Dopo il lungo periodo di didattica a distanza forzata e i mesi di vacanza estiva, è tempo di un nuovo capitolo di ripresa, quello che interessa tutto il comparto scolastico. È proprio in questa occasione che il patriarca di Venezia Francesco Moraglia si è appellato a collaborazioni parrocchiali e istituti religiosi affinché si rendano disponibili, in caso di possibilità, a mettere a disposizione spazi idonei non usati per permettere lo svolgimento di attività didattiche e formative in sicurezza.

«La prossima ripartenza del mondo della scuola - scrive Moraglia in una lettera pubblicata oggi sul settimanale diocesano Gente Veneta - per complessità e delicatezza è un importante banco di prova per l’intero Paese. Fallire in tale ambito sarebbe un segnale negativo per tutti perché la scuola riguarda i giovani, il nostro futuro e, quindi, tutti noi». In merito alla fruizione degli spazi eventualmente forniti dalla curia, sottolinea il patriarca, «le modalità dovranno essere studiate con attenzione, compatibili con le nostre forze e prevedendo accordi volti a tutelare la sicurezza di tutti i soggetti coinvolti, sotto la responsabilità di chi gestirà la didattica».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuova ordinanza in Veneto: novità per le attività commerciali e limitazioni in vigore

  • Venezia fa il pieno di stelle Michelin, 8 i ristoranti premiati

  • Perché conviene stendere il bucato all'aperto anche in inverno

  • Incidente in auto nel pomeriggio: morto un 19enne di Mira, grave un suo coetaneo

  • Addio ad Andrea Michielan, morto a 21 anni

  • Nuova ordinanza in Veneto: «Il sabato medi e grandi negozi posso rimanere aperti»

Torna su
VeneziaToday è in caricamento