Pedalata nelle terre della bonifica

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di VeneziaToday

Riceviamo e pubblichiamo:

Pedalata nelle terre della bonifica. E' quella che organizza domenica 15 maggio il Consorzio Acque Risorgive in collaborazione con l'associazione Fiab-Cicloliberi di Chirignago-Gazzera. Si tratta di un percorso di circa 50 chilometri in parte su fondo agricolo e argini sterrati del canale Osellino e dei fiumi Dese e Zero (sconsigliato a principianti).

"Nel corso della pedalata - annuncia il presidente di Acque Risorgive, Francesco Cazzaro - è prevista la visita al cantiere del progetto europeo Life Vimine per la conservazione sostenibile delle barene della laguna di Venezia, situato presso l'idrovora Zuccarello, in comune di Marcon. A Carmason, in comune di Quarto d'Altino, avremo poi l'occasione di illustrare l'importanza delle idrovore per evitare che una parte cospicua dei terreni venga sommersa dalle acque".

Il programma della giornata prevede il ritrovo al parco di San Giuliano (porta rossa) alle ore 9.30; dopo la partenza, ore 9.45, ci sarà una prima sosta all'impianto di Zuccarello, seguita da una seconda sosta alle 12.30 presso l'impianto di Carmason, dove è previsto il ristoro. Per chi volesse è prevista una pedalata facoltativa lungo il "percorso della memoria" fino all'idrovora di Altino. Alle 15.00 si riparte per far ritorno al parco di San Giuliano attraversando il bosco di Mestre. La partecipazione è gratuita. Per motivi organizzativi è richiesta la prenotazione telefonando al Consorzio al n. 041.5459111 oppure ai numeri 2281341419-3285844971 entro giovedì 12 maggio. In caso di maltempo la manifestazione verrà annullata.

Torna su
VeneziaToday è in caricamento